Quantcast

Cerro Maggiore, il bando di gara per il servizio di igiene urbana finisce davanti al TAR

La società che attualmente gestisce il servizio ha presentato ricorso al TAR contro il bando per il nuovo affidamento pubblicato a fine dicembre

tar lombardia

Il termine per la presentazione delle offerte non è ancora scaduto, ma il bando di gara da poco più di 9 milioni di euro per l’affidamento del servizio di igiene urbana promosso dal comune di Cerro Maggiore è già finito davanti al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. Nei giorni scorsi, infatti, la società che attualmente gestisce il servizio ha presentato ricorso al TAR per ottenere l’annullamento della procedura che era stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 dicembre, chiedendo anche che il bando di gara venga sospeso fino a che la giustizia amministrativa non avrà preso una decisione.

E anche se la richiesta di sospensione ha già incassato il “no” messo nero su bianco dal decreto firmato dal presidente del TAR Domenico Giordano, la storia del ricorso è ancora tutta da scrivere. A partire dall’udienza per la trattazione collegiale in camera di consiglio fissata per il prossimo 9 febbraio, dove l’attuale gestore del servizio proverà a far valere le proprie perplessità rispetto a «genericità dei criteri per le determinazione del valore dell’appalto, incongruità e sottostima della base d’asta, errata valutazione del monte ore per personale e mezzi», con l’obiettivo di ripartire da zero con una nuova procedure che permetta alla società di presentare «un’offerta realistica che possa garantire la qualità delle prestazioni richieste».

cerro ricorso tar bando igiene urbana

Palazzo Dell’Acqua, comunque, non intende lasciare niente al caso e subito dopo la notifica del ricorso prima cittadina, giunta e uffici si sono messi la lavoro per definire la strategia migliore per dimostrare la bontà del proprio operato. «Vista l’importanza amministrativa ed economica di questo appalto – fanno sapere dall’amministrazione comunale -, il sindaco ha voluto agire immediatamente, senza indugi, anche perché gli uffici comunali hanno lavorato attentamente per molto tempo al fine di garantire atti di gara e procedure».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 27 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore