Quantcast

45 anni senza Luciano Re Cecconi, la maglia azzurra del campione di Nerviano al Museo del Calcio

Il figlio di Luciano Re Cecconi ha donato la maglia con cui il centrocampista di Nerviano disputò i Mondiali del 1974 al Museo del Calcio di Coverciano

maglia re cecconi museo del calcio

È la sera di martedì 18 gennaio 1977. Luciano Re Cecconi, campione della Lazio nativo di Nerviano – che alla sua memoria avrebbe poi dedicato il centro sportivo tra via Sant’Anna e viale Kennedy – entra in una gioielleria di via Nitti con due amici, il compagno di squadra Pietro Ghedin e il profumiere Giorgio Fraticcioli, che proprio lì avrebbe dovuto consegnare alcuni flaconi di profumo. Una volta entrato, il calciatore viene colpito al petto da un colpo di pistola, cade sul pavimento e muore poco dopo all’Ospedale San Giacomo a soli 28 anni. Le prime ricostruzioni parlano di uno scherzo finito male, ma quattro decenni e una sentenza definitiva dopo i dubbi su quello che accadde quella sera sono ancora tanti.

maglia re cecconi museo del calcio

Quarantacinque anni dopo, la maglia numero 17 con cui Luciano Re Cecconi ha disputato il Mondiale del 1974 in Germania fa bella mostra di sé al Museo del Calcio di Coverciano grazie alla donazione di Stefano Re Cecconi, figlio del campione nervianese, che l’ha consegnata proprio nel giorno del 45° anniversario dalla sua scomparsa. «È un onore donare la maglia di mio padre e vederla in un luogo che racconta gli Azzurri a tutte le generazioni in un giorno per me difficile – sono state le parole di Stefano Re Cecconi, riportate dal sito del museo -. È il primo 18 gennaio che vivo con un sorriso pensando a quanto ne sarebbe stato felice mio papà».

«Il Museo del Calcio accoglie la maglia di Luciano Re Cecconi che entra così a far parte di un luogo speciale legato alle emozioni Azzurre che vengono condivise da tutte le generazioni – è stato il ringraziamento alla famiglia del presidente Matteo Marani -. Ringraziamo la famiglia per questa donazione che avviene in un giorno, come oggi, in cui il ricordo di Re Cecconi è più forte».

Immagini tratte dalla pagina Facebook del Museo del Calcio di Coverciano

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 19 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore