Quantcast

Coronavirus: 5.065 casi nell’ultima settimana nel Legnanese, dosi “booster” al 40% dei cittadini

Nell'ultima settimana le nuove vaccinazioni anti-Covdi nel Legnanese sono state in tutto 12.824: 1.441 prime dosi, 605 seconde dosi e 10.778 dosi booster

coronavirus

Sono 5.065 i nuovi casi di coronavirus registrati nei comuni del Legnanese da lunedì 2 a domenica 9 gennaio, il 3,2% in più rispetto alla settimana precedente, quando i nuovi positivi erano stati 4.908. I cittadini colpiti dal Covid-19 da inizio pandemia ad oggi sono in tutto 30.783, con la percentuale di residenti degli undici comuni della zona che hanno contratto il virus in questi mesi di emergenza sanitaria che si attesta mediamente al 16,4%.

Nella prima settimana dal passaggio della Lombardia in zona gialla – che non ha però comportato cambiamento pratici nella vita quotidiana dei cittadini -, l’aumento dei nuovi casi di infezione da Sars-CoV2 nel nostro territorio ha quindi rallentato rispetto alle ultime settimane. La circolazione del virus continua però ad essere rapidissima e a mantenere la diffusione del contagio sui livelli più alti registrati dall’inizio della pandemia. La città metropolitana di Milano rimane peraltro tra le province italiane dove l’incidenza delle nuove positività è più alta con 2.637 casi ogni 100mila abitanti: una settimana fa erano 1.519.

Il quadro della situazione epidemica emerge dai dati relativi ai contagi riportati dalla dashboard di Regione Lombardia rapportati alla popolazione media residente tra il 1° gennaio 2020 e il 1° gennaio 2021 rilevata dall’Istat per il calcolo della percentuale di cittadinanza contagiata e alla popolazione residente al 1° gennaio 2021 – ultimo dato definitivo diffuso dall’Istituto nazionale di statistica – per i nuovi casi ogni 100mila abitanti.

Si tratta di dati in costante aggiornamento e suscettibili di oscillazioni, tanto che le informazioni fornite dalla Regione in più di un’occasione hanno riportato un numero complessivo di contagi da inizio pandemia in ribasso rispetto a quello comunicato nei giorni precedenti e non sempre c’è corrispondenza tra i dati regionali e quelli in possesso dei comuni. Ma è comunque una “fotografia” utile per monitorare l’andamento della pandemia nel Legnanese, che anche per questa settimana conferma Dairago come il comune del territorio più colpito dal virus dall’inizio dell’emergenza sanitaria, mentre è Nerviano il paese dove la percentuale di contagio tra la cittadinanza è più bassa, in un quadro comunque sostanzialmente uniforme.

Guardando all’incidenza ogni 100mila abitanti negli ultimi sette giorni, invece, la “maglia nera” va a Villa Cortese, mentre è anche in questo caso Nerviano il comune che complessivamente ha registrato il numero più basso di contagi, pur su livelli più alti di quelli che si erano mai visti da inizio pandemia.

LA CAMPAGNA VACCINALE

Sono 144.244 i residenti negli undici comuni del Legnanese ai quali dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi è stata somministrata almeno la prima dose di vaccino contro il coronavirus, pari al 76,85% della popolazione che conta in tutto 187.702 cittadini. In 152.126 invece, ovvero l’81,05% dei cittadini, hanno ricevuto anche la seconda dose o sono stati vaccinati con dose unica. La dose booster, infine, è stata inoculata a 76.145 abitanti, ovvero al 40,57% dei residenti.

Anche in questo caso a fotografare l'evoluzione della campagna vaccinale nel nostro territorio sono i dati forniti da Regione Lombardia, rapportati alla popolazione residente al 1° gennaio 2021 rilevata dall'Istat. Nell'ultima settimana le nuove vaccinazioni sono state in tutto 12.824: 1.441 prime dosi, 605 seconde dosi e 10.778 dosi booster.

Il comune dove il maggior numero di cittadini ha già ricevuto anche la dose addizionale è Villa Cortese (43,42%), seguito da Legnano (41,48%), San Giorgio su Legnano (41,1%), Nerviano (40,74%), Dairago (40,51%), Busto Garolfo (39,97%), Cerro Maggiore e Parabiago (39,92%), Canegrate (39,74%), Rescaldina (39,49%) e San Vittore Olona (38,59%).

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore