Quantcast

Gli afghani non arrivano a Canegrate, cambio di destinazione per i fondi raccolti

Il sindaco ha annunciato che se entro la fine dell'anno non «arriveranno a Canegrate famiglie afghane, il denaro raccolto lo destineremo ad altre situazioni di difficoltà»

Comune di Canegrate

«Se entro la fine dell’anno non arriveranno a Canegrate famiglie afghane, il denaro raccolto lo destineremo ad altre situazioni di difficoltà». Ad annunciarlo in questi giorni è il sindaco Roberto Colombo che fin dal mese di agosto, a seguito dell’insediamento del regime talebano in Afghanistan, aveva aperto le porte del Comune per accogliere i profughi.

La solidarietà dell’amministrazione è stata condivisa anche dalla comunità canegratese che si è attivata per raccogliere fondi: grazie alle attività delle associazioni sono stati raccolti 3mila euro da destinare ai futuri ospiti afghani. Nessuna famiglia però per il momento è ancora stata destinata a Canegrate, dove è attivo il progetto “Il sole che accoglie” che rientra nell’ambito del SAI, il sistema di accoglienza e integrazione che vede il coinvolgimento di comuni e associazioni.

Qualora nelle prossime settimane i profughi non dovessero arrivare, la destinazione dei fondi raccolti (che resterà a scopo benefico) sarà ripensata ad inizio 2022. «Non aspetteremo ulteriormente – sottolinea infatti il sindaco -, anche se le nostre porte restano aperte».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore