Quantcast

Parabiago, il santuario della Madonna di Dio ‘l sà riapre alle visite grazie ai volontari

Sabato 9 e sabato 23 ottobre grazie al progetto di un gruppo di volontari a Parabiago sarà possibile visitare il santuario della Madonna di Dio 'l sà

Generica 2020

A Parabiago il comune fa squadra con i cittadini per riaprire le porte del santuario della Madonna di Dio ‘l sà. Sabato 9 e sabato 23 ottobre grazie al progetto portato avanti da un gruppo di volontari sarà possibile visitare il santuario in tre diverse fasce orario – 14.45, 15.30 e 16.15 – accompagnati dai promotori stessi dell’iniziativa, che vestiranno i panni di ciceroni in virtù di un patto di collaborazione con l’amministrazione, uno dei 29 avviati in città da quando nel 2016 Piazza della Vittoria ha approvato il regolamento per l’amministrazione dei beni comuni.

Il santuario della Madonna di Dio ‘l sà sorge sul confine tra Parabiago e Nerviano ed è compreso nella Parrocchia Maria Madre della Chiesa di Nerviano. Negli ultimi anni le occasioni di apertura del santuario sono diventate via via meno numerose ed è stato possibile accedervi solo in occasione di eventi particolari come “La festa della Madonna di Dio ‘l sà” a settembre e “Il Santuario in fiore” a maggio. Ora però, grazie al progetto messo in piedi dai volontari in collaborazione con l’Ecomuseo del Paesaggio di Parabiago e con la Parrocchia Maria Madre della Chiesa di Nerviano, il luogo di culto tornerà ad aprire le porte ai visitatori, inizialmente con due giornate destinate alle visite guidate che saranno però seguite da altri momenti dedicati.

Per partecipare alle visite è necessario prenotare via mail all’indirizzo riapriamoilsantuario@libero.it, indicando l’orario prescelto, il numero dei partecipanti, il nominativo e un numero di telefono. Nel rispetto delle norme anti-Covid l’accesso sarà consentito ad un massimo di 12 persone per gruppo, munite di mascherine e green pass e adeguatamente distanziate.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore