Quantcast

Disordini a Parabiago per il treno troppo corto: “Basta disagi”

La denuncia di Codici dopo l'intervento della Polfer per calmare le persone lasciate sulla banchina il 22 settembre. Tre vagoni erano in manutenzione. Le scuse di Trenord

Generica 2020

Disordini ieri mattina, 22 settembre, in stazione a Parabiago dopo che il treno 24523 ha effettuato la fermata con soli cinque vagoni (al posto degli otto previsti) lasciando centinaia di pendolari adirati sulla banchina. Per riportare la calma – come denuncia l’associazione Codici Lombardia – è stato necessario l’interventi degli agenti della Polfer chiamati per evitare che la protesta degenerasse. (foto tratta dalla pagina fb del Comitato Pendolari Gallarate-Milano).

«I pendolari che ogni giorno viaggiano sulla tratta Parabiago – Rho sono inferociti – denuncia l’associazione Codici Lombardia – qui i treni viaggiano addirittura con meno carrozze del previsto e i passeggeri sono stipati sui convoglio. Eppure le norme sulla sicurezza anti-contagio sono chiare: parlano di distanziamento e per fare ciò Trenord dovrebbe aver aumentato corse e carrozze».

«Come abbiamo denunciato più volte, quando i servizi di Trenord devono iniziare a funzionare a pieno regime, sorgono immancabili degli intoppi – dichiara Davide Zanon, Segretario Regionale di CODICI Lombardia – Purtroppo non si tratta di casi isolati, le problematiche coinvolgono a giorni alterni tutte le linee; treni in ritardo, soppressi o pieni sono all’ordine del giorno, proprio come succedeva nel periodo pre pandemia. Sono state imposte nuove norme e nuovi protocolli per arginare i contagi, ma Trenord deve fare i conti con i soliti vecchi problemi:
linee insufficienti, materiale rotabile spesso vetusto e in scarsa quantità. Stiamo cercando di superare l’emergenza sanitaria ritornando alla normalità, ma l’emergenza di Trenord non ha fine e i viaggiatori non devono subire queste difficoltà».

Trenord, scusandosi per il disagio creato ai pendolari, fa sapere che il treno di ieri ha viaggiato con solo 5 carrozze perchè le altre tre erano in manutenzione. L’azienda ricorda inoltre che con l’inizio della scuola il servizio è stato potenziato arrivando a offrire «1 milione e 27mila posti a sedere – circa 20mila in più rispetto al 2019 – in particolare su linee e orari a maggiore frequentazione».  Il servizio è stato garantito da Trenord per il rientro delle scuole, al massimo potenziamento reso possibile dalla flotta e dalle capacità dell’infrastruttura. «Complessivamente – comunica Trenord –  saranno effettuate oltre 2150 corse su treno; saranno previsti collegamenti automobilistici di rinforzo; in stazioni strategiche saranno disponibili bus aggiuntivi, pronti in caso di necessità».

 

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 23 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore