Quantcast

“Oltre Milano”, un campo di volontariato tra i beni confiscati del milanese

I dodici volontari tra i 19 e 30 anni si alterneranno tra attività manuali e momenti di formazione, approfondiranno il tema della presenza mafiosa nel milanese da Garbagnate Milanese a Rescaldina

osteria la tela nuova gestione 2019

Dal 15 al 18 luglio il campo di impegno e formazione “Oltre Milano” del progetto “E!State Liberi” farà tappa anche al Biobab, il Centro per l’infanzia e la famiglia gestito dalla Cooperativa Stripes, presso la II Casa di Reclusione di Milano-Bollate.

Ormai da anni, nel periodo estivo, l’Associazione Libera propone numerosi campi di volontariato in Italia per valorizzare il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie e per trasmettere i valori della legalità e dell’antimafia. Per questa estate, Libera Milano e le Cooperative Stripes e Il Grillo Parlante hanno unito le forze per organizzare un nuovo campo sul territorio della periferia ovest di Milano e raccontare la storia del territorio, i suoi luoghi e l’impegno verso i temi della legalità.

La strutturazione delle quattro giornate è stata pensata in modo itinerante: dalla base della Bottega del Grillo, il bene confiscato di Garbagnate Milanese gestito dalla Coop Il Grillo Parlante, si andrà poi alla scoperta dell’asilo nido del Biobab in cui lavorano le educatrici della Stripes Coop e, nell’ultima giornata, si chiuderà il campo presso “La Tela”, l’Osteria Sociale del Buon Essere che ha preso vita in un bene confiscato nella città di Rescaldina.

«Dal 15 al 18 luglio sarà un momento speciale per i partecipanti al campo di Garbagnate Milanese. Quattro giorni di impegno e formazione” – spiega Lucilla Angelucci del Coordinamento di Libera Milano – Un’esperienza arricchente di riflessione e di attenzione al bene comune. Occasione per approfondire la conoscenza delle mafie al nord, ascoltare testimonianze di memoria, e scoprire i beni confiscati del territorio, e i progetti sociali che le realtà associative portano avanti come testimonianza di legalità e di cittadinanza».

I dodici volontari tra i 19 e 30 anni, infatti, si alterneranno tra attività manuali e momenti di formazione, approfondiranno il tema della presenza mafiosa nel milanese e quello dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Ma non solo! Nelle giornate di campo ci sarà spazio per le attività pratiche e creative: ci si sporcherà le mani per lavorare nei luoghi della legalità, per prendersi cura dei beni comuni e lasciare dei messaggi concreti di memoria e impegno a tutta la comunità.

La particolarità di questo campo sarà quella di scoprire un servizio per l’infanzia sito all’interno del Carcere. In questo luogo speciale i ragazzi che parteciperanno al campo verranno coinvolti nella realizzazione de “Il giardino della legalità”. Tutti insieme si proverà a gettare i primi semi di questo progetto ambizioso che, usando le parole di Peppino Impastato, vuol “educare alla bellezza” e al contempo creare un ambiente esterno funzionale dove tutti i bambini ospiti del servizio per l’infanzia potranno giocare e divertirsi, senza distinzioni. Il “Giardino della Legalità” prenderà vita durante il campo di E!State Liberi ma continuerà ad essere un bene del territorio da coltivare insieme alle famiglie e ai bambini che potranno godere di uno spazio verde curato e colorato, simbolo della legalità e luogo di comunità.

«E’ la prima volta che partecipiamo ad un campo di Libera ma siamo molto felici di poterlo fare aprendo le porte del nostro asilo nido e condividendo gli scopi del Biobab con la collettività. Per Stripes la legalità ha rappresentato da sempre un principio irrinunciabile nell’azione della cooperativa e valore fondamentale su cui si fondano le nostre proposte educative», racconta la Presidente della Cooperativa Stripes, Dafne Guida.

Le iscrizioni al Campo “Oltre Milano” sono già aperte!

Per tutte le informazioni: https://www.libera.it/schede-1757-campo_per_singoli_a_garbagnate

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore