Quantcast

Cattolici, anarchici, militari: tutti i colori della Resistenza

L'incontro online di giovedì 22 è promosso da Anpi Milano, Fivl (Federazione Volontari della Libertà, i partigiani d'impronta cattolica e moderata), Acli, Ecoistituto Valle del Ticino, Fondazione Candiani e Museo storico civico di Cuggiono

partigiani Resistenza

L’azzurro, il verde, persino il nero-rosso degli anarchici libertari: sono tanti i colori della Resistenza in Italia.

Per celebrare le tanti radici diverse della lotta di Liberazione una serie di associazioni – a cominciare da quelle partigiane – propongono giovedì 22 aprile 2021 alle ore 21 il convegno “Gli altri colori della Resistenza”.

L’incontro online è promosso organizzato da Anpi di Milano, Fivl (Federazione Volontari della Libertà, i partigiani d’impronta cattolica e moderata), Acli, Ecoistituto Valle del Ticino, Fondazione Candiani e Museo storico civico di Cuggiono.

Inoltre l’evento ha anche ottenuto il patrocinio della Fondazione Corpo Volontari della Libertà di Roma, recentemente rinata e che si propone come luogo unitario tra le associazioni partigiane, a distanza di 70 e più anni dal quel momento di rottura (il 1948) che aveva visto i partigiani dividersi in tre diverse associazioni (la sinistra marxista in Anpi, i cattolici e moderati nella Fivl, i laici nella Fiap).

È una occasione per scoprire appunto gli altri colori della Resistenza.
C’è il verde che in alcuni territori è dei laici e repubblicani di Giustizia e Libertà, ma che ad esempio nel Bresciano è il colore delle “Fiamme verdi”, formazioni cattoliche, che si rifacevano alla tradizione degli alpini e hanno visto coinvolte centinaia di giovani uomini e donne, sostengono vere battaglie in montagna, organizzano la lotta in città.

Generica 2020
Patrioti delle Fiamme Verdi nel Bresciano

Il nero o il nero-rosso era il colore delle formazioni anarchiche e libertarie, forti sulle montagne dell’Apuania (la zona dei cavatori di marmo) ma che rappresentarono una voce anomala anche nelle città come Milano, spesso diffondendo giornali e sostenendo la fuga di chi è braccato, fedeli all’ostilità a ogni carcere e carceriere, convinti della necessità di evitare di diventare “non umani” nella spirale della guerra civile.

E ancora c’è l’azzurro che nelle Langhe è dei militari “badogliani” rigorosamente apolitici, mentre nell’Ossola e nell’Alto Milanese – tra Busto, Inveruno, Legnano – è delle formazioni che fanno capo ad Alfredo Di Dio e che hanno un forte carattere cattolico (Foto di apertura: museopartigiano.it).

Gli altri colori della Resistenza: il programma del convegno

Introduzione: GIANNI MAININI – Presidente Raggruppamento Divisioni Patrioti Alfredo di Dio – FIVL
“Gli ultradimenticati, il Corpo Italiano di Liberazione”: AVV. LUISA VIGNATI
“Con le armi e senza armi – La Resistenza dei cattolici”: PROF. GIORGIO VECCHIO già Professore ordinario Università di Parma
“Antifascismo anarchico e Resistenza”: PROF. GIORGIO SACCHETTI Professore di Storia contemporanea Università dell’Aquila
Conclusioni: ROBERTO CENATI Presidente ANPI provinciale Milano

L’evento si può seguire su Youtube (qui) o su sito dell’Ecoistituto (qui).

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore