Quantcast

Dairago, donazione al San Matteo di Pavia in memoria di Alessia Stefanoni

La onlus "Le Sfumature di Alessia" ha donato tre carrelli medicali al reparto di Ematologia del San Matteo di Pavia, cui si aggiungeranno 4 tv e 4 frigoriferi

donazione onlus Le sfumature di Alessia

Tre carrelli medicali, quattro frigoriferi e quattro televisori per il reparto di Ematologia dell’Ospedale San Matteo di Pavia. Il ricordo di Alessia Stefanoni, 23enne di Dairago venuta a mancare a maggio a causa di una leucemia, è più vivo che mai e la onlus nata a luglio e “inaugurata” ad ottobre in sua memoria, “Le Sfumature di Alessia”, a dicembre è riuscita a muovere i primi passi nella direzione tracciata dalla giovane: dare maggior confort a degenti e personale del reparto che l’ha curata.

“Aveva paura di lasciarmi sola, ma lei era pronta alla morte”

Poco prima di Natale l’associazione ha infatti consegnato al reparto tre carrelli medicali completi di saturimetro professionale, che però non sono ancora diventati “operativi” a tutti gli effetti in attesa dell’ok della commissione donazioni del San Matteo. «Per ogni bene acquistato è necessario seguire un iter burocratico che prevede anche la consegna di schede tecniche e certificazioni – spiega Sabrina Ceriotti, la mamma di Alessia -: solo a quel punto i beni donati possono effettivamente essere utilizzati in reparto. Con il Covid, poi, tutto è diventato più lento, ma speriamo comunque che per fine mese la procedura sia conclusa».

E per il reparto di Ematologia è già pronto anche un altro “pacco dono”: quattro frigoriferi e quattro televisori per le stanze dei pazienti, che saranno consegnati non appena sarà andata in porto la pratica per i carrelli medicali. Era stata Alessia stessa che durante i ricoveri al San Matteo aveva notato che questo materiale serviva al reparto ed era stata chiara: niente fiori ma una raccolta fondi per l’Ematologia, per pazienti ed infermieri. E così la mamma ha fatto: «Appena ce n’è stata la possibilità, dato che Alessia me l’aveva chiesto espressamente, ci siamo dati da fare per esaudire il suo desiderio. Quando consegneremo anche i frigoriferi e le televisioni parleremo con il primario e valuteremo se il reparto ha altre necessità. Altrimenti potremmo ad esempio aiutare anche l’ematologia oncologica sempre dell’Ospedale San Matteo o altre associazioni».

“Le sfumature di Alessia” per ricordarla e aiutare gli ospedali

La raccolta fondi, intanto, rimane aperta e sta andando molto bene: basti pensare che nel periodo di Natale diverse famiglie, dopo tombolate o partite a carte online, hanno deciso di devolvere alla onlus le “vincite” e tanti amici di Alessia hanno rinunciato a scambiarsi regali tra loro scegliendo invece di donare il denaro all’associazione. La onlus, nonostante la pandemia, rimane attiva grazie alla tenacia di mamma Sabrina, tra i soci fondatori insieme a sua sorella e suo cognato, che pur di avviare il progetto nei mesi scorsi è andata fino all’Agenzia delle Entrate di Genova per la registrazione. «Mia figlia è sempre stata molto attiva – conclude Sabrina Ceriotti -, continua ad esserlo anche ora e tiene attiva anche me».

Chi volesse partecipare alla raccolta fondi, può farlo con bonifico bancario alla banca BCC di Busto Garolfo, al conto corrente  intestato a “Le sfumature di Alessia” (IBAN IT42T0840432690000000028897).

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 27 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore