Quantcast

Busto Garolfo, il M5S punta sulle comunità energetiche

Il Movimento 5 Stelle di Busto Garolfo chiede al comune di mettersi in gioco per coinvolgere cittadini e imprese con l'obiettivo di creare comunità energetiche

movimento 5 stelle

Il Movimento 5 Stelle di Busto Garolfo punta sulla comunità energetiche e chiede al comune di mettersi in gioco in prima persona per coinvolgere cittadini e imprese con l’obiettivo di creare reti tra produttori e consumatori di energia che permettano di soddisfare il fabbisogno energetico attraverso l’autoproduzione con fonti rinnovabili.

«L’evoluzione della tecnologia apre la strada a modelli innovativi di gestione dell’energia. In parallelo si assiste anche all’evoluzione del quadro normativo europeo, che punta alla centralità del cittadino consumatore/produttore, al quale deve essere garantito un accesso più equo e sostenibile al mercato dell’energia elettrica – spiega il Movimento 5 Stelle -. Al centro di questa evoluzione si collocano le “comunità energetiche”, che sono un modello di economia collaborativa, cioè un modello economico basato sulla condivisione di beni e servizi che è una delle strategie alla base dell’economia circolare, un’economia a favore dell’ambiente, che permette di superare l’attuale sistema che produce sprechi e rifiuti. Il vocabolo comunità sta a significare la condivisione di obiettivi ed ideali e il vocabolo energetiche non solo le fonti di energia rinnovabile, ma anche l’energia attiva che i cittadini, imprese e pubblica amministrazione mettono per questo progetto del vivere sostenibile da un punto di vista ambientale, sociale ed economico. Le comunità energetiche hanno quindi l’obiettivo di permettere ai cittadini di creare forme innovative di aggregazione e di governance nel campo dell’energia per creare vantaggi per i singoli e la comunità – sia economici, sia di qualità della vita – e di erogare servizi sul territorio».

Per “promuovere” la proposta, i pentastellati mettono sul piatto i vantaggi economici ed ambientali che deriverebbero dalle Comunità Energetiche, come il risparmio in bolletta, la valorizzazione dell’energia prodotta che può rappresentare «una fonte di guadagno grazie ai meccanismi incentivanti», le agevolazioni fiscali come detrazioni, superbonus e super-ammortamento e la riduzione degli impatti ambientali.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore