Quantcast

“Non è normale che sia normale”: a Rescaldina uno striscione contro la violenza di genere

Rescaldina dice "no" alla violenza di genere con uno striscione sulla facciata del comune per ribadire che "non è normale che sia normale"

striscione comune rescaldina

«Non è normale che sia normale». Rescaldina dice “no” alla violenza di genere e lo fa con uno striscione sulla facciata del comune che riprende il messaggio lanciato nel 2018 dalla campagna di sensibilizzazione voluta dall’allora vicepresidente della Camera Mara Carfagna. Lo striscione rimarrà davanti agli occhi di chi passa da Piazza Chiesa fino al prossimo 25 novembre, data in cui si celebra la “Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne”.

Il messaggio dello striscione che svetta sul municipio trova eco in tante locandine disseminate per il paese, agli ingressi delle principali strutture pubbliche, all’interno degli uffici comunali dell’anagrafe, Polizia Locale, alla biblioteca comunale e in farmacia comunale. L’obiettivo della campagna di sensibilizzazione è quello di esortare le vittime di violenze a denunciare e soprusi e violenze rivolgendosi al numero unico nazionale 1522 attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno e accessibile gratuitamente sia da rete fissa che mobile o al numero 348.3212482 del Centro anti-violenza Filo Rosa AUSER di Legnano.

«In questo difficile momento in cui le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria non aiutano a far emergere il dramma della violenza di genere, in particolar modo quella che si consuma tra le mura domestiche, risulta ancor più indispensabile mantenere alta l’attenzione e dare strumenti per sostenere l’emersione della domanda di aiuto e dare punti di riferimento cui rivolgersi, in piena sicurezza ed anonimato – spiega l’amministrazione comunale -. Con questa iniziativa vogliamo affermare la nostra contrapposizione alla violenza sulle donne che, fisica o verbale che sia, non può e non deve essere mai ammessa e giustificata, sensibilizzando la cittadinanza e l’opinione pubblica tutti i giorni dell’anno. Vogliamo esprimere vicinanza alle vittime e fornire loro un’alternativa e strumenti concreti, con l’auspicio, per il prossimo 25 novembre, di poter raccontare esperienze di nuove vite, di rinascita e di riscatto, perché “non è normale che sia normale”».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 19 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore