Quantcast

Parabiago, il PD propone i purificatori dell’aria per le scuole

Il PD chiede con un'interrogazione all'amministrazione di Parabiago di procedere all'installazione dei purificatori dell'aria nelle scuole cittadine

purificatori aria

Purificatori dell’aria nelle scuole di Parabiago. La proposta arriva dal Partito Democratico, che porterà sul tavolo del consiglio comunale un’interrogazione per chiedere all’amministrazione guidata da Raffaele Cucchi se ci sia l’intenzione di procedere, anche gradualmente, all’installazione nei diversi plessi della città di questo tipo di impianti, che «garantiscono un abbattimento significativo di virus e batteri e consentono di ridurre la frequenza di apertura delle finestre in questi mesi freddi, con un conseguente risparmio energetico, minor inquinamento ambientale e riduzione dei costi».

«La pandemia imperversa e probabilmente la Lombardia tornerà zona rossa nei prossimi giorni per l’elevato numero di contagi – spiegano i tre consiglieri del Partito Democratico, Ornella Venturini, Alessandra Ghiani e Giorgio Nebuloni -. In questa situazione abbiamo pensato, su suggerimento di alcuni genitori di bimbi che frequentano le scuole elementari Manzoni e sull’esempio di sempre più numerosi comuni e scuole che si stanno muovendo in tale direzione, di proporre all’amministrazione comunale l’installazione di “purificatori dell’aria” nelle aule. Lo abbiamo fatto dopo una verifica dell’utilità di tali purificatori, dopo una attenta analisi della letteratura in materia, dopo una verifica della sostenibilità dei costi e dopo aver contattato esperti in materia. Non è certamente la panacea né un intervento che risolve ogni rischio ma è sicuramente, a nostro giudizio, un intervento che aiuta a ridurre il rischio infettivo per i nostri bambini».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore