Quantcast

Parabiago, casi Covid quasi dimezzati in una settimana

In una settimana i casi di Covid a Parabiago sono passati da 411 a 279. In discesa verticale anche le quarantene per contatto, passate da 101 a 38

covid coronavirus

Casi Covid quasi dimezzati in una settimana a Parabiago: il numero dei cittadini attualmente positivo al virus in sette giorni è passato da 411 a 279. Sostanzialmente in linea il numero dei ricoveri, che passa da 16 a 17. Aumentano invece i casi registrati nelle residenze per anziani della città, che la scorsa settimana erano cinque e ora sono otto: cinque alla RSA Leopardi e tre all’Albergo del Nonno, di cui due ricoverati in ospedale. Tra chi ha contratto il virus in 7 hanno da 0 a 10 anni, in 5 hanno un’età compresa tra 11 e 13 anni, in 7 appartengono alla fascia di età tra 14 e 18 anni, 16 hanno dai 19 ai 25 anni, 133 hanno un’età compresa tra i 26 e i 55 anni e 111 hanno dai 56 anni in su.

andamento covid parabiago

In discesa verticale anche il numero delle persone in quarantena per contatto stretto con un positivo, che in una settimana passano da 101 a 38 e sono concentrate principalmente nella fascia tra 0 e 10 anni, che vede in isolamento 14 giovani cittadini, cui se ne aggiungono tre tra gli 11 e i 13 anni, sei tra i 14 e i 18 anni, due dai 19 ai 25 anni, sette tra i 26 e i 55 anni e sei dai 56 anni in su. Dimezzate in sette giorni le classi in isolamento, passate da quattro a due: una alla scuola primaria Manzoni e una alla scuola primaria di via Brescia.

Continua a crescere invece il numero dei decessi registrati nel mese di novembre, che in una settimana passano da 36 a 48: 22 in più rispetto ai 26 rilevati in tutto il mese nel 2018 e nel 2019, e con un trend di crescita ancora più marcato rispetto ai 18 del 2017, ai 16 del 2016 e ai 20 del 2015. Tra i cittadini venuti a mancare, 22 avevano tra gli 80 e i 90 anni e 10 avevano dai 91 anni in su, mentre 9 avevano dai 70 agli 80 anni, 5 dai 56 a 70 anni e 2 dai 26 ai 55 anni. Di questi, sono in tutti undici i decessi di ospiti delle strutture per anziani: 7 alla RSA Leopardi (tre di età tra i 56 ai 70 anni, due con età dai 70 agli 80 anni e due tra gli 80 e i 90 anni), 3 all’Albergo del Nonno (con età compresa tra gli 80 e i 90 anni) e uno in una struttura di un altro comune (con più di 91 anni). Va comunque ricordato che si tratta del numero di decessi totali e non esclusivamente di quelli legati al Covid, che da gennaio sono stati in tutti 21: uno nella fascia tra i 26 e i 55 anni e 20 di età dai 56 anni in su.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore