Quantcast

Meteo, nottata da “monsoni” sull’Alto Milanese

Rischio idraulico nella notte tra il 14 e il 15 maggio per piogge previste sull'Alto Milanese con picchi fino a 100mm in 6 ore

Ciclabile valle Olona riapre con il maltempo

Sarà una nottata di forti precipitazioni sul tutta la Lombardia. Lo afferma il servizio meteo del Centro Geofisico Prealpino, che tra giovedì 14 e venerdì 15 maggio prevede piogge intense ed abbondanti su tutta la regione.

Questo il comunicato:

Nelle ore serali e notturne tra giovedì 14 maggio e venerdì 15 maggio attendiamo precipitazioni localmente intense e abbondanti sulle nostre pianure centro-occidentali (specie PV-MI-LO-CR), dove saranno possibili criticità per i quantitativi importanti di pioggia in poco tempo.

Altrove in regione sono certamente attese precipitazioni per tutto il corso della notte, anche a carattere di rovescio e fino al mattino di venerdì (specie in fascia prealpino-pedemontana), ma senza particolari criticità.

Possiamo individuare due aree padane a distinta fenomenologia.
La prima area è ipotizzabile a ridosso delle basse pianure tra Piacentino, estremo ovest Pavese, Lodigiano e Cremonese centro-occidentale. In queste zone, già nel corso dalla serata, attendiamo l’innesco di celle temporalesche anche intense, localmente associate a colpi di vento e possibile grandine fino a medie dimensioni. Si presti dunque attenzione.
La seconda area, circoscrivibile tra Lomellina, Milanese, Varesotto meridionale e limitrofi territori CO-MB, raccoglie invece una potenziale criticità idraulica, stante la possibile persistenza di precipitazioni significative per più ore (per capirci, piogge a carattere di “rovesci monsonici”), con picchi fino a 100mm in 6h. Si consideri dunque l’eventualità di locali allagamenti nelle aree urbane che, per vostra esperienza, soffrono il deflusso delle acque piovane.

Nel corso della notte la fenomenologia tenderà a traslare via via verso nord, spalmando precipitazioni in modo irregolare tra le pedemontane e le Alpi, con conseguente mitigazione dei rischi.

La giornata di venerdì 15 sarà ancora perturbata in buona parte, in particolare al mattino nelle province settentrionali e orientali, senza tuttavia rappresentare criticità.

Anche la Protezione Civile Lombardia ha diramato l’allerta arancione sul Varesotto per rischio idrogeologico e temporali forti:

I fenomeni più intensi, assieme ai maggiori quantitativi di pioggia, sono previsti sui settori centro-occidentali della regione in particolar modo sulle zone al confine con il Piemonte e il Ticino. A causa del carattere prevalentemente convettivo delle precipitazioni gli accumuli risulteranno assai disomogenei sulla regione, tuttavia sui settori prealpini e anche sui settori della pianura centro-occidentale non sono da escludere locali valori cumulati più elevati (localmente anche oltre i 100 mm nell’evento). Vento in intensificazione fino a moderato sulla Pianura proveniente da est, in rotazione da sudovest sul Pavese con qualche rinforzo fino a forte. Oltre gli 800/1000 metri venti meridionali fino a forti specie su Appennino e rilievi Prealpini esposti alla Pianura (fino a 55-75 km/h, localmente superiori alle quote superiori appenniniche). Sabato 16/05 ancora flusso umido e mite e lievemente instabile da sudovest. Permane la possibilità di qualche rovescio o temporale sparso, più probabile sui rilievi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore