Treno deraglia a Segrate, tre morti e 46 feriti

La procura di Milano ha aperto un’inchiesta per disastro ferroviario colposo - Sono in tutto 473 le persone che hanno preso parte alle operazioni di soccorso

Nelle prime ore della mattinata di oggi, giovedì 25 gennaio, un treno è deragliato tra Segrate e Pioltello. L'incidente ferroviario è accaduto intorno alle 7.00, nello stesso punto dove già lo scorso 23 luglio si era verificato un altro sviamento. Il convoglio deragliato era partito da Cremona ed era diretto a Milano Porta Garibaldi. 

Nel tragico incidente hanno perso la vita 3 donne e 46 persone sono rimaste ferite; cinque di loro sono in condizioni gravi. Sul posto sono intervenute una trentina di ambulanze, 2 mezzi dell'elisoccorso e 8 automediche, oltre alle Forze dell'Ordine, ai Vigili del Fuoco, al personale di RFI e di Trenord. Sono in tutto 473 le persone che hanno lavorato per prestare soccorso

Le operazioni per estrarre chi è rimasto incastrato tra le lamiere sono terminate intorno alle 10.00. I mezzi di soccorso hanno incessantemente fatto la spola tra il luogo dell'incidente e gli ospedali che hanno accolto i feriti (Cernusco Sul Naviglio, S. Gerardo di Monza, Melzo, Fatebenefratelli, Niguarda, Policlinico di Milano, San Paolo, San Raffaele, Rozzano, San Donato Milanese e Melegnano).

Anche la Protezione Civile della Città Metropolitana di Milano è accorsa sul luogo del deragliamento: i volontari si sono occupati dello smistamento, dell’accoglienza e del rifocillamento dei passeggeri rimasti illesi per poi accompagnarli alle stazioni metropolitane e degli autobus per il ritorno a casa.

La Prefettura ha attivato due linee telefoniche dedicate per i parenti dei viaggiatori presumibilmente presenti sul treno: 02.77584184 e 02.77584892.

Secondo una prima ricostruzione di RFI, il treno avrebbe percorso con alcune ruote fuori dalle rotaie circa 2 km prima che una delle vetture colpisse un palo della trazione elettrica e si accartocciasse. Da RFI stessa la conferma della rottura della rotaia poco più di 2 km prima del luogo dell'incidente. I tecnici hanno escluso il malfunzionamento di uno scambio che era stato inizialmente ipotizzato. La procura di Milano ha aperto un’inchiesta per disastro ferroviario colposo.

Ripercussioni sulla circolazione ferroviaria anche per le linee che interessano i pendolari del Legnanese, con i treni passanti delle linee S5 ed S6 che hanno avuto termine ed origine nella stazione di Milano Porta Garibaldi superficie e l'interruzione della circolazione tra Milano e Treviglio. I viaggiatori in possesso dei titoli di viaggio di Trenord sono stati autorizzati a raggiungere le proprie destinazioni utilizzando le linee e i mezzi di ATM e le linee ferroviarie alternative suggerite.

Il presidente di FNM Andrea Gibelli ha espresso il proprio «profondo cordoglio» per le vittime e vicinanza alle persone ferite. «Il nostro pensiero e il nostro cordoglio vanno innanzitutto alle famiglie delle vittime; esprimiamo la nostra vicinanza ai feriti e a tutte le persone che erano a bordo del treno», gli ha fatto eco l’amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisè, giunta immediatamente sul luogo dello svio. 

«Esprimo il cordoglio e la vicinanza della Regione alle famiglie delle vittime e dei feriti del terribile incidente ferroviario avvenuto questa mattina – è stato il commento del presidente della Regione Lombardia –. Sono in contatto costante con i vertici delle Ferrovie dello Stato, di Ferrovie Nord, Trenord e Areu che stanno accertando le cause dell'incidente». 

di leda.mocchetti@gmail.com
Pubblicato il 25 Gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore