Quantcast

Bulli: sì al volontariato, no alle sospensioni

ACBS, associazione contro il bullismo magnaghese, lancia una petizione online...

No alle sospensioni ma sì al volontariato. Parte dall'Associazione Contro il Bullismo Scolastico di Magnago la proposta indirizzata al Ministero della pubblica istruzione riguardo il trattamento da riservare ai bulli. Aiutare questi ragazzi e non limitarsi a punirli. La proposta è stata lanciata a pochi giorni dalla giornata europea della sicurezza in rete (Safer Internet Day) e dalla prima giornata nazionale contro il bullismo a scuola che cade proprio oggi, martedì 7.

«Nelle scuole Italiane se un bullo commette un atto di bullismo una delle punizioni adottate è appunto la sospensione – si legge nella petizione lanciata dal giovane presidente ed ex vittima di bullismo Vincenzo Vetere su Change.org -. La sospensione non aiuta il ragazzo a correggere la sua condotta. In casi come questi, siamo convinti che un'attività duratura di volontariato possa aiutarli a vedere il Mondo sotto altri occhi e quindi posso essere rieducati correttamente a vivere nel rispetto verso gli altri. Io voto NO alle sospensioni e SI al volontariato. Con change.org chiedo una raccolta firme da presentare al Ministero Della Pubblica Istruzione per l'approvazione di un decreto che obbliga le scuole Italiane ad adottare questa metodologia rieducativa».

ACBS è nata nel febbraio 2015 e da allora porta i suoi volontari in tutta Italia a sensibilizzare i ragazzi delle scuole contro il fenomeno dilagante del bullismo. Dall'ottobre scorso l'associazione ha aperto a Cerro Maggiore il suo primo punto di ascolto per aiutare a 360 gradi le vittime e per fare prevenzione.

Leggi anche:

Da vittima a guida: la lotta al bullismo di Vincenzo Vetere

Apre il punto anti bullismo: mai più soli

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore