Quantcast

L’oggi che ci provoca: adulti e adolescenti a confronto

L'evento conclusivo del Festival dell'educazione con lo psicoterapeuta Charmet e il docente universitario Bruzzone sabato 27 novembre alle 16 a Palazzo Malinverni

palazzo malinverni comune municipio legnano

Il divario tra generazioni cambia e si modifica nel tempo, lasciando sempre più attoniti di fronte a molti eventi di cronaca e non, che chiamano in causa il rapporto tra genitori e figli adolescenti. Perché questi ultimi diventano sempre più difficili da gestire? Come mai sfuggono alle regole o ai limiti che l’adulto pone?
Se ne parla sabato 27 novembre alle 16.30 nella Sala degli Stemmi di Palazzo Malinverni per l’incontro “L’oggi che ci provoca: adulti e adolescenti a confronto” che chiude le due settimane della Fed, il Festival dell’educazione promosso dalla cooperativa LaBanda.

L’incontro prevede l’intervento di Gustavo Pietropolli Charmet, psichiatra e psicoterapeuta dell’adolescenza, già Docente di Psicologia Dinamica presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca e già primario dei servizi psichiatrici di Milano oltre che socio fondatore dell’istituto Minotauro di Milano (e responsabile scientifico del suo Consultorio gratuito per adolescenti e genitori) e supervisore clinico del progetto TEEN Comunità Residenziali dell’associazione CAF di Milano.
Con lui Daniele Bruzzone, docente di Pedagogia generale dell’Università di Piacenza che dirige il Centro studi Contesti affetti e relazioni educative (Care) e coordina con Lucia Zannini il gruppo di ricerca sulla Pedagogia delle professioni della salute e della cura della Società Italiana di Pedagogia (SIPed) e svolge da anni attività formativa per lo sviluppo delle competenze relazionali ed emotive dei professionisti nei contesti del lavoro sociale, educativo e di cura.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore