Quantcast

Violenza di genere, Brumana: «Il sindaco attivi la casa rifugio per le donne maltrattate»

Il Movimento dei Cittadini sollecita il sindaco di Legnano sull'attivazione della casa rifugio per le le donne maltrattate ricavata in un immobile sequestrato alla criminalità organizzata

Violenza sulle donne durante il periodo Covid-19

In occasione della Giornata Mondiale contro la violenza delle donne, il Movimento dei Cittadini sollecita il sindaco Lorenzo Radice sull’attivazione della casa rifugio per le le donne maltrattate ricavata in un immobile sequestrato, a Legnano, alla criminalità organizzata.

«E’ pronta da oltre un anno in una via , che non si deve specificare per ovvie ragioni di sicurezza  – scrive Brumana in una nota stampa -, è stata sequestrata alla criminalità organizzata  ed  e’ stata assegnata al comune di Legnano sin dal gennaio 2015. E’ stata interessata da importanti e costosi lavori edili svolti da S.O.L.E ed è a disposizione del Comune di Legnano, che l’ha lasciata vuota ed inutilizzata per ragioni che non conosciamo e che comunque non giustifichiamo. Chiediamo pertanto al Sindaco di celebrare nel miglior modo questo 25 Novembre assumendo oggi stesso tutti i provvedimenti più opportuni per attivare la casa rifugio nel più breve tempo possibile».

La storia del recupero di questo immobile è molto lunga e travagliata: sequestrata nel 2014 nell’ambito di una operazione legata alla ‘ndrangheta in Piemonte, è stata assegnata nel 2015 al Comune e durante la giunta Centinaio è stato approvato il progetto con il decreto della giunta regionale per adibirla a centro antiviolenza. Sono arrivati finanziamenti, negli anni sono stati eseguiti lavori ma attualmente mancano ancora alcuni lavori rendere il centro operativo.

Brumana ha elogiato il Comune di Busto Arsizio che ieri ha inaugurato una sede nuova e spaziosa per le donne maltrattate dell’associazione Eva Onlus

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore