Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cgil Ticino Olona: giovani e continuità al VII congresso

Giovani e continuità. Questo il "fil rouge" del VII congresso Cgil Ticino Olona che quest'anno sarà organizzato all'Istituto Torno di Castano Primo.  

L'appuntamento è stato articolato in due giorni: martedì 30 e mercoledì 31 ottobre. Sarà un momento di confronto sulle tematiche del lavoro e sul futuro dell’Ovest Milano. 

In questo contesto, gli oltre 170 delegati voteranno il direttivo della Camera del Lavoro e l'Assemblea Camera del lavoro e proprio quest'ultima eleggerà il segretario generale e la sua segreteria. Ad aprire i lavori sarà il segretario generale uscente della CGIL Ticino Olona Jorge Torre che, ha presentato il congresso con Giuseppe Pascarelli. 

«Proveremo a definire le strategie che vogliamo attuare sul territorio - spiega Torre - Intendiamo mettere in campo proposte concrete. In questi due giorni ragioneremo sulla costituzione, sull'accoglienza e soprattutto sul tema del lavoro. Cercheremo di capire come aiutare la ripresa delle aree di Abbiategrasso e Magenta. Allo stesso tempo dovremo riflettere sulle strategie da mettere in campo per evitare l'indebolimento dell'Altominalese che è già messo a dura prova con il trasferimento del laboratorio dell'Ats di Parabiago, la continua minaccia di trasloco della Tosi e lo stato fallimentare della Pensotti». 

Al congresso interverranno il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, il primo cittadino di Castano Giuseppe Pigniatello, Sara Bettinelli della città Metropolitana, Valeria Innocenti di Assolombardia, Con loro i sindacalisti Giuseppe Oliva della Cisl e Stefano Dell'Acqua della Uil. Ci saranno Walter Cecchin in rappresentanza del Patto dei sindaci dell'Altomilanese e Andrea Pontani di Confindustria. A delineare lo stato del territorio sarà il professor Massimiliano Serati della Liuc e a chiudere la due giorni ci penserà Valentina Capelletti della Segreteria Cgil Lombardia. 

Gli onori di casa saranno tenuti dalla dirigente scolastica dell'Istituto Torno Maria Merola con la quale la Cgil di via Volturno ha deciso di collaborare: «Noi abbiamo una responsabilità sui giovani - conclude Torre - ecco perchè da quest'anno abbiamo deciso di implementare i progetti che vedono il coinvolgimento degli studenti. Abbiamo deciso di accogliere alcuni ragazzi per l'alternanza scuola lavoro e svolgeremo lezioni per spiegare il mondo sindacale nelle classi quinte. Concluderemo il percorso chiedendo ai giovani studenti come costruire un canale diretto rivolto a loro che sono il nostro futuro».

(Gea Somazzi)