Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

San Giorgio, premio letterario per i giovani studenti della primaria e della materna

La scuola primaria "Rodari" e la scuola materna "Arcobaleno dei Bambini" di San Giorgio su Legnano hanno vinto la VII edizione del "Premio nazionale letteratura italiana contemporanea" indetto dalla casa editrice Laura Capone Editore e hanno visto pubblicare il loro libro "10 anni di storie: i bambini raccontano".

La premiazione di tutte le opere vincitrici si è tenuta a Roma il 17 maggio scorso, durante l’evento nazionale "Maggio dei Libri". Le scuole di San Giorgio, però, non hanno potuto partecipare, e così gli alunni della classe 5B della scuola primaria sono stati premiati mercoledì 5 giugno dal sindaco Walter Cecchin, dal dirigente scolastico Gabriella Lazzati e dalla vicaria Piera Giannetti, davanti a genitori e nonni.

Gabriella Lazzati si è complimentata con i ragazzi perché «non è da tutti poter dire di vedere pubblicato un proprio libro. Scrivere vuol dire pensare e questo gruppo classe ha dimostrato
di avere fantasia e passione
». La dirigente scolastica, inoltre, ha ringraziato l’insegnante Giovanna Truffarelli per l’amore per questa professione e per i suoi ragazzi e Franca Clivio, che ha saputo trasmettere per dieci anni la passione per i libri alle nuove generazioni.

«La buona scuola produce buoni frutti - le parole del sindaco Walter Cecchin -: i nostri ragazzi della scuola primaria Rodari hanno ricevuto un premio letterario nazionale e la pubblicazione di un libro di storie e racconti. Un progetto che parte da lontano, dalla scuola materna e si concretizza con la scuola primaria, grazie alla volontà e caparbietà di Franca e Giovanna, una volontaria e un'insegnante che amano entusiasmare e fare interessare i nostri ragazzi nel loro percorso scolastico.  Ho avuto il piacere di ascoltare i ragazzi della 5B entusiasti di questo progetto e felici come sarebbe ognuno di noi per il premio ricevuto. Ma nei ragazzi c'era altro, c'era armonia, gruppo, amicizia, volontà di aiutarsi e tanta voglia di crescere ed imparare».

Non è questo l'unico "successo" della classe, che negli ultimi anni ha partecipato a diversi concorsi e ne ha vinti quattro. L'ultimo in ordine di tempo, prima di quello per cui i giovani studenti sono stati premiati ieri, è stato "PlayEnergy" che ha portato alla scuola una dotazione digitale per un’intera classe, il workshop “La didattica digitale per un ambiente di apprendimento innovativo" per gli insegnanti e una lezione con docenti di robotica per la classe vincitrice. A spiegare la "ricetta" vincente è stata proprio un'alunna: «Abbiamo vinto questi concorsi perché siamo stati un gruppo, abbiamo creduto in noi stessi ed abbiamo volato alto».

Al termine dell’evento, premiate anche Giovanna Truffarelli e Franca Clivio, che hanno ricevuto dai genitori dei ragazzi una coppa per il lavoro svolto.