Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Costituzione italiana, al Dell'Acqua quattro lezioni per conoscerla

Più di settanta anni e non sentirli... All'indomani delle celebrazioni del 2018 per il 70° compleanno della Costituzione italiana, l'Istituto Carlo Dell'Acqua, la Fondazione Ticino Olona, la Fondazione Elio Quercioli e l'associazione culturale Demos Legnano Città portano ancora una volta nella scuola di via Bernocchi la Carta costituzionale del Bel Paese con il ciclo di incontri "Costituzione, 70 anni senza rughe".

Del resto, «compito della scuola è promuovere non solo le competenze disciplinari dei ragazzi, ma anche di cittadinanza attiva, ispirati ai valori di legalità, responsabilità, solidarietà e partecipazione - come sottolinea la dirigente scolastica Laura Landonio -. Questo impegno ci viene chiesto anche dall’Europa, che rilanciando nel maggio 2018 le competenze chiave per l’apprendimento permanente ha sottolineato l’importanza delle competenze in materia di cittadinanza». 

Il progetto, presentato dai docenti Vincenzo Ferrara e Nicola Colangelo, è indirizzato agli studenti più "anziani", ovvero tutti quelli dell'ultimo anno e consiste in quattro lezioni formative per conoscere meglio l'argomento. Si inizia da "La nascita della Costituzione" con l'ex presidente della Corte Costituzione Valerio Onida, per passare a "I principi fondamentali della Costituzione" con l'ex magistrato Gherardo Colombo, "protagonista" di inchieste del calibro di Mani Pulite. Si prosegue con "La seconda parte della Costituzione" con Marilisa D'Amico, prorettore dell'Università Statale di Milano, per finire con "Le donne e la Costituzione", incontro curato dalla ex parlamentare Anna Finocchiaro. Anche per gli studenti dei corsi serali è in programma un incontro dedicato alla Carta Costituzionale.

Ad iniziative come quella organizzata per gli studenti dell'Istituto Dell'Acqua, peraltro, la Fondazione Elio Quercioli lavora già da tempo, con «l'idea di portare la Costituzione nelle scuole, che pure già si occupano di iniziative di questo tipo, e far colloquiare le diverse generazioni, mettere a confronto i più giovani con chi ha vissuto direttamente certe situazioni e magari coinvolgendo anche i genitori».

Idea che ha trovato sponda nell'associazione culturale Demos Legnano Città, nell'ottica di «creare discussione e dibattito - ha precisato il vicepresidente Danilo Fuso - su argomenti come la Costituzione, pilastro fondamentale della nostra convivenza», punta a portare la Carta Costituzionale «all’interno delle scuole come parte fondamentale della democrazia e della convivenza civile». 

(Matteo Colombo)