Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Aggressione in stazione a Legnano, l'assessore regionale: "Servono i militari"

«Sui vagoni è necessario il controllo dei militari». A sostenerlo, ancora una volta, è l'assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato dopo l'aggressione al controllore 36enne avvenuta nel pomeriggio di oggi a Legnano. Per l'uomo, fortunatamente, nulla di grave. Fuggito l'aggressore.

L'ultimo episodio di cronaca, per l'esponente di Fratelli d'Italia è lo spunto per rilanciare una delle sue proposte: i militari sui treni. Non solo nelle stazioni, specifica De Corato, «ma serve che salgano e scendano dai treni controllando la situazione anche a bordo dei mezzi».

«Come Regione - aggiunge De Corato - abbiamo attivato un protocollo che permette agli appartenenti alle forze dell’ordine di viaggiare gratuitamente sui treni, in modo da dare maggiore sicurezza sia ai passeggeri, sia al personale. A questa misura si somma la delibera che è stata approvata in giunta, su mia proposta, grazie alla quale enti locali, soggetti pubblici e dipendenti privati, gestori di un servizio pubblico, possono individuare tra il personale viaggiante gli agenti accertatori munirli di tessera e fascia di Polizia Amministrativa, ad evidenza del loro ruolo per l’esercizio delle funzioni di accertamento delle violazioni di natura amministrativa. Esprimo la mia vicinanza al controllore aggredito e auspico che presto il suo aggressore venga individuato».

(Chiara Lazzati)