Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Palio di Siena e TV di Stato ai ferri corti

            E' ancora guerra aperta tra il Palio di Siena e la Rai. Infatti, come segnala Radio Siena TV,  oggi, sabato 17 agosto, si sono riuniti il Sindaco di Siena, il Rettore del Magistrato delle Contrade ed il Presidente del Consorzio per la Tutela del Palio. Un incontro a seguito di un servizio relativo al Palio in occasione del TG2 delle ore 20.30 del 16 agosto.

Di seguito il comunicato diffuso al termine della riunione: "Concordando che il servizio trasmesso appaia lesivo per la nostra Festa ed abbia un chiaro intento di attacco alle nostre tradizioni e non contenga alcuna cronaca dell’evento – tanto che non è stata trasmessa alcuna immagine della Carriera appena terminata – nel corso della riunione è stato deciso di comune accordo di valutare ogni azione volta alla tutela ed alla difesa del Palio in ogni sede opportuna. Siena e le Contrade non accetteranno più questi attacchi gratuiti alle sue tradizioni”.

Sui social senesi, malumore anche per errori compiuti dai commentatori della diretta sulla storia delle contrade senesi e per un blocco delle pubblicità mandato in onda così da oscurare la visione della sbandierata, momento tra i più suggestivi della Festa.

Le immagini in pagina, a cura di Alessandro Natali, si riferiscono al giro della vittoria di oggi con protagonista la contrada della Selva