Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il Palio di Rescaldina è biancorosso

Alla fine hanno vinto loro: dopo aver dominato la classifica fin dall'inizio della manifestazione, Rescalda, con 111 punti, si è aggiudicata la prima (ri)edizione del Palio in salsa rescaldinese, davanti a Ravello (75 punti), Croce (65 punti) e Torre (64).

Il paese si è colorato di biancorosso al termine di una due giorni che ha richiamato prima al campo di via Schuster e poi al centro sportivo di via Barbara Melzi centinaia di persone, tra spalti gremiti e tifo indiavolato.
Sabato 29 settembre è toccato ai contradaioli più giovani difendere i colori della propria compagine, con Rescalda che ha fatto man bassa dei punti a disposizione aggiudicandosi il gioco della mela, la bandiera svizzera, la corsa con i sacchi e la staffetta, lasciando ai gialloverdi della croce "solo" il gioco dell'oca. Domenica 30, invece, in campo sono scesi i "grandi", che si sono sfidati nello sci in pista, dominato dalla Torre, nella corsa con le carriole e nel taglio del tronco, dove ha alzato le braccia al cielo Rescalda, e nel tiro alla fune, dove Ravello ha sbaragliato la concorrenza sia nella categoria maschile che in quella femminile.

Giochi e gare, peraltro, erano iniziati già nelle scorse settimane, con i biancorossi che si erano aggiudicati il torneo di calcio balilla, e gialloverdi e rossoblu che avevano trionfato nei tornei di carte: la Croce nella scala quaranta e la Torre nella scopa liscia e nella scopa d'assi. Il concorso di poesia e quello di fotografia, invece, sono andati rispettivamente a Rescalda ed alla Croce. Così il punteggio messo in cascina dalle quattro sorelle del Palio in questa due giorni di festa si è sommato a quello che le contrade si erano accaparrate nel Palio sportivo, nel concorso "Aiuole fiorite" e nella competizione "Tali e Quali" organizzata da Scondinzolares, oltre che grazie alla sfilata medievale che qualche settimana fa aveva trascinato per le vie del paese centinaia di persone, come non se ne vedevano forse da anni.

E la classifica finale ha premiato i contradaioli della frazione: «É la prima volta e non so nemmeno cosa dire - ha commentato il capitano Alessandro Fusetti, visibilmente emozionato -: abbiamo vinto, ci siamo impegnati, ci abbiamo creduto fino alla fine. Dopo un anno intero di lavoro di tutta la contrada, ora questa vittoria è nostra».

Il ritorno del Palio dopo tanti anni di assenza dal paese, invece, ha premiato tutta Rescaldina. «Rescaldina ha dimostrato di essere un paese vivissimo - ha ribadito il sindaco Michele Cattaneo al termine della manifestazione -, un paese che sa costruire una manifestazione capace di coinvolgere un'intera comunità, che sa partecipare e competere senza la minima sbavatura. Abbiamo vissuto una festa bellissima, una festa di tutto il paese, e abbiamo dimostrato che partecipando si possono fare cose meravigliose».

(Leda Mocchetti)