Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Aumento dei casi di ictus, anche nei giovani: come prevenirlo?

Secondo gli ultimi dati di Progetto Cuore (coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità), in Italia l’ictus è la terza causa più comune di morte dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie e la principale causa di invalidità.

Si contano circa 200.000 casi ogni anno, di cui l’80% sono nuovi episodi e il 20% recidive. Sono in costante crescita a causa dell’invecchiamento della popolazione, ma in realtà anche i giovani risultano sempre più colpiti dal fenomeno.

Ictus giovanile: casi in aumento

Spesso si pensa che l’ictus riguardi soltanto soggetti anziani.
Le probabilità, difatti, crescono con l’aumentare dell’età, ma la verità è che appare in preoccupante aumento anche tra i soggetti più giovani: solo il mese scorso abbiamo assistito alla morte di Luke Perry, 52 anni, celebre volto della serie tv “Beverly Hills 90210”, evento che ha riacceso i riflettori sul grande problema dell’ictus giovanile. Per non parlare della 32enne Emilia Clarke, la star de "Il Trono di Spade", che ha rivelato di aver rischiato di morire nel 2010 per un ictus e di conoscere bene l’impatto devastante che comporta e il difficile e lungo recupero successivo.

...

Per leggere l’articolo completo clicca qui