Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ginnastica Artistica: a Busto Arsizio la prima prova del Campionato Italiano

Si è svolta questa mattina, presso la Sala Consiliare del Comune di Busto Arsizio, la conferenza stampa di presentazione di primaABusto, la prima prova del Campionato Italiano 2019 di Ginnastica Artistica maschile e femminile di Serie A1, A2 e B, organizzata dalla Federazione Ginnastica d’Italia in collaborazione con la Ginnastica Pro Patria Bustese. L’evento, che vedrà la partecipazione di 36 squadre maschili e altrettante femminili da tutta Italia, si svolgerà al PalaYamamay di Busto Arsizio sabato 23 e domenica 24 febbraio.
Alla conferenza sono intervenuti il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli, l’assessore all’Educazione e Sport Gianluigi Farioli, il vicepresidente della Federazione Ginnastica d’Italia Valter Peroni, il referente per le attività internazionali della FGI, cavalier Gianfranco Marzolla, e il presidente della Ginnastica Pro Patria Bustese Rosario Vadalà. Erano presenti inoltre il vicesindaco Isabella Tovaglieri, il membro di giunta della Camera di Commercio di Varese Rudy Collini, il presidente dell’ASSB (Associazione Società Sportive Bustesi) Massimo Tosi e il fiduciario Bruno Frigeri in rappresentanza del CONI Varese, oltre a una delegazione della squadra maschile della Pro Patria Bustese, comprendente anche il ginnasta olimpionico e tre volte campione d’Italia Ludovico Edalli.
 
“Siamo davvero orgogliosi di questo progetto – ha detto il sindaco Emanuele Antonelli – e ringraziamo tutti coloro che si sono impegnati per portare a Busto una manifestazione che avrà una ricaduta molto positiva sul territorio. Siamo sicuri che tutto andrà per il meglio perché a occuparsi dell’evento sono persone di grande competenza con anni di successi alle spalle. Sappiamo che la situazione degli impianti destinati alla ginnastica non è delle migliori, e per questo ci stiamo impegnando per mettere a disposizione della società un nuovo palazzetto che diventerà una struttura riconosciuta a livello nazionale: è il minimo che possiamo fare per una realtà sportiva così importante”.
 
“La presenza del sindaco e la presentazione in Sala Consiliare – ha aggiunto l’assessore Gianluigi Farioli – sono la dimostrazione della rilevanza che la città tutta intende dare a questo evento, che sarà il suggello alla gloriosa storia della Pro Patria. Faremo sì che sia una festa per la società, per la Federazione e per tutta la città, da vivere con emozione, suggestione, intelligenza e sostegno. Speriamo sia il primo passo di un lungo e significativo percorso”.
 
“Siamo molto felici dell’accoglienza trovata a Busto Arsizio – sono le parole del vicepresidente FGI Valter Peroni – e della piena partecipazione di tutta la città all’evento. Ci auguriamo che si possano ripetere qui molte altre competizioni di alto livello. Il campionato di Serie A1 è la gara di ginnastica più importante insieme alla competizione individuale e cade nell’importante anniversario dei 150 anni della Federazione, per questo ci attendiamo una manifestazione spettacolare e ci auguriamo che la risposta del pubblico sia entusiastica”.
 
“La Pro Patria Bustese – ha detto il cavalier Gianfranco Marzolla – è una società storica che ha saputo mantenere nel tempo solidi principi e valori,  ha già organizzato con grande successo competizioni nazionali e internazionali e ha la piena fiducia della Federazione anche per il futuro. Speriamo che Busto Arsizio possa ospitare ogni anno un grande evento di questo livello. Dal punto di vista agonistico vedremo al PalaYamamay i migliori ginnasti italiani e stranieri, e il Campionato sarà un grande banco di prova in vista degli appuntamenti fondamentali di quest’anno, tra cui i Campionati Europei e Mondiali che varranno anche come qualificazioni alle Olimpiadi. Lo spettacolo è dunque assicurato”.
 
“Sono veramente orgoglioso di essere il presidente della Pro Patria – ha concluso Rosario Vadalà – e ringrazio tutti coloro che sono intervenuti oggi, ma soprattutto i consiglieri e i volontari impegnati nell’organizzazione, prima fra tutti la vicepresidente Graziella Candiani. Quando siamo al fianco di Federazione e Comune siamo tranquilli perché sappiamo di essere tra amici. Ringrazio anche tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto in questo importante sforzo organizzativo”.