Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Chiosco in fiamme nell'Oltresaronnese

Fiamme nella notte distruggono un chiosco in via Caboto a Legnano. L'incendio è scoppiato poco dopo la mezzanotte (tra domenica 16 e lunedì 17 luglio) nell'Oltresaronnese.

A finire totalmente in fumo la struttura in legno del chiosco, un camioncino attrezzato ed una struttura adibita a magazzino, sempre vicina al chiosco.

Ad accorgersi di quanto stava accadendo, nell'attività a confine con Rescaldina, sono stati alcuni passanti che hanno allertato i Vigili del Fuoco di Legnano intervenuti sul posto con i carabinieri della Compagnia locale. 

Gli uomini del turno B del distaccamento di via Leopardi hanno spento la combustione e messo in sicurezza l'area. Secondo una prima ricostruzione dei fatti si tratterebbe di un incendio doloso. Poi, con i Carabinieri del NORM di Legnano hanno effettuato un primo sopralluogo alla ricerca di ogni utile traccia.

Nella notte è stato poi rintracciato il proprietario che ha riferito di aver dato in gestione l’attività e che non sapeva nulla di cosa stesse accadendo. Con la sua famiglia si è recato sul posto insieme ai Carabinieri e, quando ha visto lo stato in cui si stavano riducendo le sue cose, è stato preso dalla rabbia e dallo sconforto. 

I militari da questa mattina, lunedì 17 luglio, stanno ascoltando tutti i testimoni e cercando ogni elemento utile per riuscire a ricostruire l’evolversi dell’evento e le circostanze nell’ambito delle quali questo si può inquadrare. A indagare sul caso la Procura di Busto Arsizio.


Il fumo, com'è visibile nella foto scattata da un nostro lettore, è stato avvistato ancha a Castellanza.

(Gea Somazzi)