Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Centro di Legnano, stop alla vendita di alcol dopo mezzanotte

Stop all'alcol tra i giovani della movida del centro di Legnano. Dopo tre esposti per schiamazzi notturni tra largo Seprio, via Palestro e piazza Don Luigi Sturzo, la Polizia Locale ha deciso di intervenire con un'ordinanza di sicurezza contingibile ed urgente per tutelare il «decoro, la vivibilità urbana, la tranquillità e il riposo dei residenti».

Il documento, firmato dal sindaco Gianbattista Fratus, è stato pubblicato oggi, giovedì 9 maggio, e nel mirino sono stati indicati due locali già noti al Comando di corso Magenta: “Lollipop”e “Carnaby Café”. Bar quest'utlimo rimasto chiuso per una settimana nel 2018 su decisione del Questore di Milano.

Gli agenti hanno registrato la frequente presenza di oltre un centinaio di giovani che «stazionano all’esterno dei due locali consumando i cocktail contenuti perlopiù in bicchieri di plastica, che vengono poi abbandonati in strada». Una situazione particolarmente critica che è stata rilevata anche dalla cooperativa sociale Albatros, incaricata dall'amministrazione per attuare un progetto educativo di strada. Durante una delle attività di osservazione, inoltre, la Polizia Locale ha accertato la somministrazione di alcolici a minori di 18 anni da parte del personale di uno dei due locali.

L'ordinanza prevede che fino a venerdì 30 agosto venga vietata la vendita per asporto di alcolici e superalcolici, a partire da mezzanotte fino a chiusura del locale, per tutti i giorni della settimana, e la somministrazione di bevande alcolice di qualsiasi tipo di gradazione, a partire dalla 1.00 fino a chiusura del locale, per tutti i giorni della settimana. È inoltre richiesto di «prevedere, durante l’orario di apertura serale del proprio locale e subito dopo l’orario di chiusura, alla raccolta dei rifiuti abbandonati dalla clientela, nonché rimozione di eventuali tracce di rifiuti organici».

Se verranno violati i limiti d’orario, per la vendita e somministrazione di alcolici, verrà emessa una multa tra i 250 e i 500 euro. Se non verranno rispettate le altre prescrizioni saranno emesse ammende da 60 sino a 400 euro.

(Gea Somazzi)