Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tangenti in Lombardia, Fontana indagato per abuso d'ufficio

Anche il governatore lombardo Attilio Fontana è indagato nella maxi inchiesta della Dda di Milano che ieri ha portato a 28 arresti - di cui 16 in carcere e 12 ai domiciliari - e 15 misure cautelari, come l'obbligo di firma o di dimora e vede in tutto 95 persone indagate.

Per il presidente della Regione Lombardia l'ipotesi di reato è l'abuso d'ufficio: al governatore viene contestata la nomina del suo socio di studio Luca Marsico ad un incarico in Regione. Fontana potrebbe essere sentito già oggi stesso dagli inquirenti.

Tra i coinvolti nella maxi operazione "Mensa dei Poveri" imprenditori, politici e anche amministratori ai vertici di società pubbliche della provincia di Varese

«Sin dal mio insediamento ho sempre sottolineato come la trasparenza e la legalità siano punti
cardine
dell'attività della mia giunta
», aveva sottolineato ieri il presidente della Regione Lombardia intervenuto in aula consiliare per commentare le notizie diffuse a seguito dell'inchiesta.