Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ciak, si gira in Franco Tosi e alla Villa Mocchetti

Due set attivi oggi, giovedì 21 marzo, per il film "Hammamet", che vede il nostro territorio fortemente coinvolto nella produzione cinematografica.

Nel capannone della Franco Tosi di via San Bernardino anche questa mattina sono 400 le comparse impegnate in un set "blindatissimo". Nessuno può avvicinarsi, se non gli addetti ai lavori. In questi giorni, anche il sindaco Fratus e l'assessore Alpoggio hanno visitato il... congresso del PSI anni '80.

Qui il servizio realizzato ieri, con interviste ai legnanesi impegnati nel ruolo di comparse

Sempre oggi altre scene sono state girate a San Vittore Olona, sul Sempione. Precisamente, all'esterno di Villa Mocchetti, storica residenza di Pino Mocchetti,  presidentissimo lilla e gran maestro del Collegio dei capitani e delle contrade negli anni Cinquanta Le riprese, guidate dal regista Gianni Amelio, hanno interessato l'entrata nel parco della abitazione di una Fiat Punto guidata dall'attrice che interpreta Stefania, la figlia di Craxi.

Curiosa la circostanza che la villa sia stata ridenominata "Villa dei Cedri", lo storico nome dell'attuale Maggie's Park, il locale situtato sul Sempione, ma dall'altra parte del paese, verso il confine con Parabiago.

Sul posto a monitorare la situazione il comandante della Polizia Locale sanvittorese Ermanno Taeggi. 

La troupe sicuramente tornerà a San Vittore Olona anche domani, venerdì 22, e sabato 23 marzo.

Nella foto in pagina la comparsa legnanese Stefano Vedovato insieme al regista Gianni Amelio: «Ho avuto il piacere di apprezzare Gianni Amelio professionalmente qui sul set di Legnano  per la sua pacata ma autorevole personalità - commenta il cittadino - Ho vissuto una piacevole  esperienza al di fuori della consuetudine lavorativa nel settore finanziario ma ho capito che il mestiere dell'attore non è quello che mi si addice. Fantastico anche se un pò malinconico l'ambiente della "Ditta Franco Tosi ", la storia della nostra gloriosa città». 

(Gea Somazzi)