Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rescaldina dà il benvenuto al suo primo DAE h24

Rescaldina dà il benvenuto al suo primo DAE pubblico accessibile 24 ore su 24. Il nuovo defibrillatore, inaugurato nella mattinata di domenica 2 dicembre, è stato installato sotto i portici del palazzo municipale di Piazza Chiesa e va ad aggiungersi a quelli già presenti nelle strutture scolastiche del paese.

Per il primo DAE accessibile 24 ore su 24 Rescaldina ha avuto due "Babbi Natale" d'eccezione: Debora e Cristian, due cittadini che, grazie ai fondi raccolti vendendo gioielli e accessori realizzati a partire dalle cialde del caffè, hanno donato il nuovo apparecchio al loro paese. A farsi carico delle spese per l'installazione, invece, è stata la Pro Loco. «Oggi inauguriamo il defibrillatore che ci hanno donato Debora e Cristian - ha sottolineato il primo cittadino Michele Cattaneo -, che realizzano oggetti bellissimi e non lo fanno per mettere soldi nelle loro tasche: con questo denaro, infatti, ci hanno regalato un nuovo defibrillatore. Un nuovo defibrillatore che è tutto merito loro e della nostra Pro Loco, che ne hanno finanziato l'acquisto e l'installazione. Da adesso è a disposizione di tutti i rescaldinesi: prendiamocene cura».

Ma Debora e Cristian non hanno nessuna intenzione di fermarsi qui e sono già all'opera per il prossimo traguardo: raccogliere fondi sufficienti per regalare un defibrillatore pubblico anche a Rescalda. E con loro tutto il paese: sotto l'albero, infatti, Rescaldina spera di trovare anche altri defibrillatori grazie a "Un cuore grande per le vie del Natale", la vetrina lunga un chilometro che raccoglie «il meglio» della cittadina. Proprio per raccogliere fondi da destinare alla causa della cardioprotezione, per tutta la giornata è possibile ricevere una bottiglia di vino a fronte di un contributo minimo di 8 euro. Le bottiglie saranno disponibili anche nei giorni successivi, nei negozi aderenti all'iniziativa o previa accordo con associazioni e società sportive. Così come continuerà per tutto l'anno la raccolta fondi della Pro Loco, che sarà a sua volta destinata a rendere Rescaldina un paese cardioprotetto. 

A Rescaldina, che grazie al nuovo DAE fresco di inaugurazione ha raggiunto quota sette, ne mancano infatti ancora sette per potersi definire cardioprotettoAvere un paese cardioprotetto - ha ricordato Mirco Jurinovich, presidente dell'associazione Sessantamilavitedasalvare, che con i proventi della giornata procederà all'installazione di nuove postazioni DAE - secondo le linee guida internazionali significa avere almeno un defibrillatore ogni mille abitanti: la presenza di postazioni DAE nelle vie cittadine aumenta molto le possibilità di sopravvivenza in caso di arresto cardiocircolatorio».

(Leda Mocchetti)