Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Grandine su Legnano, disagi al traffico

Servizio di Gea Somazzi e Leda Mocchetti

Violento temporale, oggi, venerdì 11, alle 11, su Legnano. Tuoni, fulmini e grandine stanno investendo il territorio. Strade coperte da chicchi di grandine, grossi come noci.

Inizialmente, non sembravano esserci particolari criticità, come ci confermava Daniele Ruggeri, comandante della Polizia Locale di Legnano che con i suoi agenti sta tenendo sotto controllo la situazione, poi sono arrivate in redazione le prime notizie di disagi.

Problemi ai sottopassi, anzitutto. Quello di via Montebello è transitabile, nonostante si sia quasi allagato.

Chiuso, invece, subito dopo la grandinata, quello di via San Michele del Carso, sia per l'acqua, che per un tamponamento che ha coinvolto 3 vetture (foto accanto). Cinque le persone assistite dalla Croce Rossa di Busto Arsizio e dalla Croce Bianca di Legnano: con un ragazzino di 10 anni, tre donne di 23, 32 e 53 anni e un uomo 41enne. Fortunamente, solo contusioni e spavento. Intervenuti, per la messa in sicurezza, anche i Vigili del Fuoco di Legnano che hanno ricevuto diverse chiamati per piccoli allagamenti.

Alle 12.30, la circolazione del sottopasso è stata riaperta su una sola corsia e circa un'ora dopo è stata ripristinata completamente. Sul posto Amiacque

Successivamente, notizie di allagamenti di strade come via Milano, via Cuttica, via Melzi e nel piazzale antistante il Cimitero Monumentale, trasformate in veri e propri fiumi (nella foto a sinistra, l'incorcio tra via Milano e via Cuttica). 

Disagi al traffico anche nel resto del Legnanese, con il sottopasso di via Marelli a Cerro Maggiore allagato e chiuso al traffico e allagamenti anche a San Giorgio su Legnano, all'incrocio tra via Milano e via Madonnina ed in via Pasubio.

In giornata, anche un commento della Coldiretti Lombardia: "Da maggio ad agosto sulla regione si sono abbattute tredici tempeste di ghiaccio, con chicchi che andavano dalla grandezza di un nocciolo a quella di una piccola albicocca. L’ultima è avvenuta questa mattina nella zona a ovest di Milano, fra Turbigo, Legnano, Villa Cortese e Cerro Maggiore con chicchi come noci. In questi tre mesi e mezzo sono stati colpiti mais, vigneti, uliveti, frutteti, coltivazioni di fragole e verdure, con danni del 30% sulle aree coinvolte, ma con punte anche del 90%".

Sotto nella galleria fotografica, immagini da corso Garibaldi, piazza Monumento, Piscina comunale, piazza Carroccio, via Milano e dalla zona del cimitero monumentale