Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Busto Garolfo, Vittorio Castoldi lascia la vita amministrativa

Vittorio Castoldi, neoeletto consigliere comunale, chiude la sua esperienza amministrativa. É stato lo stesso ex sindaco ad annunciare la decisione di fare un passo indietro a margine della prima seduta del Parlamentino di Palazzo Molteni della nuova consiliatura

«Ringrazio quanti hanno avuto fiducia in me, hanno espresso voto favorevole nei miei confronti riuscendo a capire ancora una volta il mio spirito di servizio verso la comunità che mi ha visto crescere ed invecchiare - ha sottolineato Castoldi -. Per più di 40 anni, ho desiderato il bene dei miei concittadini e del mio paese, sia nelle funzioni di sindaco, sia in quelle di assessore, sia in quelle di consigliere. Sono nuovamente sceso in campo perchè ho ancora realizzazioni che mi stanno a cuore: l'istituzione del telesoccorso per i problemi di salute e di sicurezza, la creazione di un centro diurno per anziani a gestione pubblica, la riorganizzazione del cimitero del capoluogo. Oggi chiudo la mia esperienza amministrativa: lascio il posto a qualcuno più giovane di me, ma desidererei che le mie proposte elettorali potessero essere vagliate per una futura realizzazione».

Sindaco per 15 anni dal 1978 al 1993, Castoldi è stato a 38 anni il più giovane primo cittadino del paese. La vita politica dell'ormai ex consigliere, però, era iniziata già nel 1972 come capogruppo consiliare nel Parlamentino di Palazzo Molteni ed è proseguita successivamente come consigliere comunale ed assessore. 

«Non si riesce in poche parole a descrivere tutta l'attività svolta in 15 anni dall'amministrazione Castoldi - ha ricordato Angelo Pirazzini, che ha ripercorso i principali successi riportati dall'ex primo cittadino -. Possiamo senz'altro dire che Vittorio è sempre stato un sindaco a disposizione dei propri cittadini, attento a conciliare le priorità della comunità con le esigenze dei singoli. Vittorio, sei e sarai sempre d'esempio per gli amministratori pubblici: il sindaco, il consiglio comunale e la comunità di Busto Garolfo e Olcella ti saranno sempre grati e ti augurano lunga vita e prosperità».

Ai ringraziamenti di Pirazzini hanno fatto seguito quelli del presidente del consiglio comunale Francesco Binaghi e del sindaco Susanna Biondi, che ha premiato il suo predecessore con una targa.

(Leda Mocchetti)