Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Confartigianato ai Comuni: "Utilizzate il contributo piccoli investimenti”

  Un’importante svolta tracciata dalla Legge di Bilancio 2019 permette ai comuni con popolazione inferiore ai 20.000 abitanti di usufruire del “contributo piccoli investimenti”, cioè di una somma da destinare alla realizzazione di opere pubbliche per manutenzione e messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.

Confartigianato Imprese Alto Milanese ha scritto ai sindaci interessati per «sollecitare l’utilizzo di tali risorse che, per non andare perse, prevedono l’avvio dell’esecuzione dei lavori entro il prossimo 15 maggio; nella tabella seguente i fondi destinati ai comuni dell’Alto Milanese».

«Si tratta - spiega l'associazione - di ossigeno per il territorio, ma anche per le imprese; ossigeno alimentato anche dall’altra importante novità prevista dalla Legge di Bilancio, cioè l’innalzamento della base degli affidamenti diretti a150.000 euro (prima ferma a quota 40.000 euro) che consentirà agli enti pubblici di non dover mandare a bando una serie di interventi, favorendo una più rapida e snella conclusione delle operazioni».

  «Con questa iniziativa – afferma il Presidente Sanavia – abbiamo voluto richiamare l’attenzione delle amministrazioni comunali affinché utilizzino rapidamente queste risorse a favore dell’economia locale e del territorio. E’ fondamentale, infatti, che si possa dar spazio ai nostri imprenditori, senza aver (come succede spesso negli appalti pubblici) come primario riferimento il ribasso, con il rischio concreto che poi si perda in affidabilità e qualità delle opere. Le imprese del settore delle costruzioni sono quelle che più hanno pagato il radicale cambio socio economico degli ultimi dieci anni – conclude Sanavia -, basti pensare che in Italia, come sottolineato da uno studio della nostra federazione, gli investimenti pubblici hanno subito un crollo del 37,7%, scendendo da 54 a 34 miliardi».