Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Internazionalizzazione delle imprese: rifinanziato il voucher 2014

Con decreto n. 7625 del 6 agosto 2014 è stato disposto il rifinanziamento del Bando voucher per l'internazionalizzazione per la somma complessiva di 978.800,00 euro, di cui 750.000,00 euro a carico di Regione Lombardia. Si tratta di una misura che permette alle piccole e medie imprese di ottenere finanziamenti, sotto forma di voucher (da 1.200 a 3.000 euro a seconda dell'iniziativa e dell'area geografica), per acquisire servizi di consulenza, partecipare a missioni commerciali all'estero e a fiere internazionali all'estero. Il rifinanziamento sarà reso disponibile in occasione dell'apertura della terza finestra (10 settembre 2014 ore 10.00).

Il bando, promosso da Regione Lombardia e dal Sistema Camerale, nell'ambito dell'Accordo di Programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo, è finalizzato a favorire i processi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese lombarde (MPMI). Il bando prevede l'erogazione di contributi a fondo perduto mediante l'assegnazione alle imprese di Voucher finalizzati all'acquisto, presso soggetti attuatori appositamente riconosciuti (Camere di Commercio, associazioni di categoria, consorzi e società consortili ecc.), di servizi a supporto dell'internazionalizzazione.

Sono previste tre misure per le quali è possibile presentare le domande:

Misura A - servizi di consulenza e supporto per l’internazionalizzazione

Misura B - partecipazione a missioni economiche all’estero in forma coordinata

Misura C - partecipazione a fiere internazionali all’estero, in forma individuale o in forma aggregata

Il valore del Voucher è variabile a seconda della tipologia e dell’area geografica di intervento, da un minimo di € 1.200 a un massimo di € 3.000.

I beneficiari sono le imprese lombarde che rientrano nella definizione di micro, piccola e media impresa (MPMI) secondo la normativa comunitaria in possesso dei seguenti requisiti:

avere sede legale e/o sede operativa attiva in una provincia lombarda ed essere iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio lombarda territorialmente competente;

non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall'art. 1 del Regolamento UE n. 1407/2013 (pesca e acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli);

essere attive e in regola con il pagamento del Diritto Camerale Annuale;

avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulle salute e sicurezza sul lavoro di cui alla Legge 626/94 e successive modificazioni e integrazioni;

non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;

non aver ricevuto sulla stessa iniziativa altri contributi pubblici per le spese oggetto del finanziamento; 

non trovarsi in nessuna delle altre situazioni ostative relative agli aiuti di stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea.

Le domande di Voucher devono essere presentate dalle imprese esclusivamente in forma elettronica tramite il sito web Finanziamenti On line – Accordo di Programma https://gefo.servizirl.it/adp/.

Confartigianato Imprese Alto Milanese, come consuetudine, ha allestito un servizio per assistere le imprese eventualmente interessate a sfruttare tale possibilità.

Per info: Tania Nacheva – tel. 0331 529302 – Email. tania.nacheva@confam.org