Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Studenti polacchi al Galilei per uno scambio culturale

Riceviamo e pubblichiamo

Il Liceo Galilei da tempo favorisce i progetti di scambi culturali con scuole di Paesi stranieri, con la convinzione che rappresentino una significativa occasione formativa, che dà un valore aggiunto al semplice viaggio di istruzione poiché permette agli studenti di conoscere un paese straniero non solo come osservatore, ma attraverso la relazione con le persone che lo animano e la condivisione di momenti di vita in famiglia.

All’iniziativa aderiscono intere classi del triennio che desiderano effettuare un’esperienza internazionale per un breve periodo, 1 settimana, sviluppando un tema didattico mirato alla reciproca conoscenza di cultura e società.

Ogni studente della classe che aderisce al progetto viene ospitato in famiglia e frequenta regolarmente la scuola del Paese in cui si trova; successivamente scuola e studenti ricambieranno l’ospitalità.

La classe 4I del liceo scientifico è stata ospitata a Torun, Polonia, lo scorso aprile ed ora gli studenti polacchi del ZESPòT SZKòT sono a Legnano per una settimana.

Sono 16 ragazzi del quarto anno e sono accompagnati da due docenti.

Il programma legnanese prevede accoglienza in famiglia, accoglienza a scuola, lezioni in classe su temi legati all’alimentazione, tornei sportivi, visite guidate a Milano e nelle zone di particolare pregio del Lago Maggiore (ville e isole), visita ad Expo, attività legate all’alimentazione nei laboratori in collaborazione con IAL.

La tradizionale cena degli addii sarà organizzata in collaborazione con il Maniero di San Domenico, che sempre con generosa e impeccabile ospitalità collabora per la buona riuscita delle nostre iniziative interculturali.

Il soggiorno a Legnano  si concluderà il prossimo 29 settembre.

Un ringraziamento va alle famiglie ospitanti, agli studenti di 4I e alle docenti  coinvolte nel progetto per tutto l’impegno e la disponibilità mostrata per garantire  la buona riuscita dell’iniziativa.