Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Presentato il Baff 2015, attesi grandi ospiti

Tutto pronto per il B. A. Film Festival 2015. Sarà Sergio Castellitto ad aprire la XIII edizione, sabato 18 aprile alle 21 al cinema Manzoni di Busto Arsizio, con la proiezione del suo ultimo film "Nessuno si salva da solo". Alle 18 l'attore sarà alla sede dell'Icma (Villa Calcaterra). 

La rassegna, in programma fino a venerdì 24 aprile, giorno di chiusura con Red Carpet alle 19, è organizzata dall'associazione B.A. Film Factory e dal Comune di Busto Arsizio, con la collaborazione dell'Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni. A dirigere il festival, per il secondo anno, Steve Della Casa.

Il Baff 2015 sarà dedicato alla commedia, con un omaggio particolare a Mario Monicelli. Il regista sarà ricordato con una piccola anteprima della mostra Mario Monicelli e RAP, 100 anni di cinema (giovedì 23 aprile alle 19,30) composta da stampe pittoriche realizzate da RAP, Chiara Rapaccini, e da una selezione di foto dai set di Monicelli, un convegno (domenica 19 aprile alle 9.30) e la proiezione di due capolavori, “Risate di gioia” con Anna Magnani e Totò (giovedì 23 aprile alle 16) e “L'armata Brancaleone”, con Vittorio Gassman (giovedì 23 aprile alle 21), oltre al documentario “Vicino al Colosseo c'è Monti” (giovedì 23 aprile alle 19.30).

Madrina della XIII edizione sarà Valeria Solarino, una delle attrici più interessanti del panorama cinematografico italiano contemporaneo. In suo onore il BAFF proporrà due pellicole di cui è protagonista: “La terra dei santi” (giovedì 23 apirle alle 21.3030 a Legnano) e, in anteprima assoluta, “Mi chiamo Maya” (lunedì 20 aprile alle 20.45 a Castellanza) che uscirà in sala il 7 maggio 2015. Valeria Solarino sarà presente ad entrambe le proiezioni e, oltre a condurre le serate di apertura e chiusura del festival, terrà una masterclass con gli studenti del liceo Classico di Busto Arsizio.

Inoltre, il Baff ospiterà un’altra importante anteprima con il documentario “I bambini sanno” (lunedì 20 aprile alle 16), opera seconda di Walter Veltroni, che terrà all’ICMA una masterclass aperta e incontrerà il pubblico al Festival Center. 

E ancora, Giorgio Pasotti presenterà la sua prima opera da regista, il film “Io, Arlecchino” di Matteo Bini e Giorgio Pasotti (domenica 19 aprile alle 21), in uscita il 4 giugno 2015. 

Mentre, Vittorio Sgarbi sarà presente al festival in occasione della proiezione del documentario “Sgarbistan” (lunedì 20 aprile alle 21.30).

L’identità del Baff è caratterizzata anche dal territorio da cui nasce, territorio che ha sempre dimostrato un interesse fuori dal comune nei confronti della settima arte. Non potevano mancare però quest'anno eventi legati ad Expo, occasione per parlare di alimentazione con ospiti importanti tra cinema e cucina, come ad esempio l’incontro Ricette di cinema, con Gianmarco Tognazzi, Laura Delli Colli e Samanta Cornaviera (mercoledì 22 aprile alle 18), oppure l'incontro con We Women for Expo, che presenterà Foodies- Fancyfulls di Silvana Vairo Gaddi, FOOD@WORK- CAME Spa di Elisa Menuzzo e Mediafriends: Fame di comunicazione-fame di vita a cura del dott. Nicola Conti (mercoledì 22 aprile alle 16).

La serata di chiusura sarà una grande festa, con tanti ospiti a sorpresa che saranno annunciati durante il festival.

L'ingresso a tutti gli eventi pomeridiani e serali è gratuito. Oltre che nelle cinque sale cinematografiche di Busto Arsizio - Fratello Sole, Manzoni, Sociale, Lux e San Giovanni Bosco - il Baff 2015 farà tappa a Legnano, Castellanza, Olgiate Olona e Fagnano Olona, new entry di questa edizione.

CLICCA QUI per il programma completo

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI