Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Pregano un po' troppo a lungo e restano chiusi al cimitero

Riceviamo e pubblichiamo il racconto della disavventura accaduta oggi, mercoledì 18 febbraio, al cimitero di Castellanza. Protagoniste involontarie 5 persone rimaste bloccate all'interno del Camposanto dopo l'orario di chiusura. Una svista del custode che, per fortuna, è tornato sul luogo poco dopo e si è accorto dell'errore. Ecco il racconto.


Disavventura al cimitero di Castellanza, nel pomeriggio del 18 febbraio, per quattro donne e un uomo rimasti bloccati all'interno del camposanto dopo l'orario di chiusura, alle 17.00.

La precisione del custode ha fatto sì che i cinque sventurati, attardatisi sulla tomba dei propri cari per una preghiera in più, arrivassero in ritardo di pochissimi minuti al cancellone che si affaccia su via per Olgiate, trovandolo così chiuso.

La Polizia Municipale, contattata telefonicamente da ML, una delle donne rimaste bloccate nel cimitero, ha risposto che la cosa non era di loro competenza, pertanto avrebbero a loro volta avvisato Castellanza Servizi, cosa che però non è accaduta, in quanto il tanto casuale quanto provvidenziale passaggio dell'ex custode, munito di chiavi, ha permesso ai cinque di tornare a casa.

Alla fine soltanto quattro risate, ma fosse stato dicembre, con il sole che cala già alle 16.30, i cinque avrebbero raccontato una storia più spettrale.

Alberto Gallo Stampino