Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

BENEMERITI: UN AIUTO E UNO STIMOLO PER TUTTI

(g.s.) - Sala degli Stemmi, a palazzo Malinverni, stracolma di legnanesi e anche di commozione, stamane, per la consegna delle benemerenze civiche, assegnate alla dott.ssa Agnese Assi (medico ospedaliero), ai fratelli Piero e Massimo Re Fraschini, titolari della ditta “Eligio Re Fraschini Spa, a Piera Pattani (partigiana), alla Casa San Giuseppe, la Scuola di Babele e la Scuola di Pinocchio.

"Abbiamo scelto tre persone - ha spiegato il sindaco Centinaio - che hanno raggiunto livelli di alta professionalità nelle loro attività: la dott.ssa Agnese Assi (medico ospedaliero) e i fratelli Piero e Massimo Re Fraschini, titolari della ditta “Eligio Re Fraschini Spa”. Hanno una caratteristica in comune: lavorare duramente e in silenzio l’una in ambito scientifico, gli altri come responsabili di un’azienda che ha raggiunto livelli di eccellenza purtroppo poco noti a molti legnanesi. Viene inoltre premiata Piera Pattani, una bella figura di donna che ha dato un contributo importante negli anni della Resistenza. Staffetta partigiana e audace distributrice di materiale propagandistico antifascista, seppe mettere al primo posto il suo amore per la libertà vincendo ogni timore per i rischi connessi a tale attività clandestina. Era una ragazzina di appena 16 anni: un modello per i giovani di oggi per la capacità dimostrata di spendere la propria vita per un ideale".

"Non abbiamo dimenticato il mondo del volontariato - ha proseguito Centinaio - assegnando tre benemerenze civiche ad altrettanti realtà presenti in città da molto tempo: la Casa San Giuseppe, la Scuola di Babele e la Scuola di Pinocchio. A Legnano il mondo del volontariato è una realtà ricca e articolata. Molte persone mettono ogni giorno al servizio degli altri tempo ed energie. Attività svolte in silenzio e senza cercare le luci della ribalta. E’ anche a loro che oggi vogliamo rendere omaggio con queste benemerenze civiche. Le testimonianze di coloro che oggi Legnano si appresta a premiare devono essere di aiuto e di stimolo per tutti".

Per le motivazioni delle benemerenze e le storie dei premiati, leggere qui