Radice e il Tar: "Adesso torniamo alla normalità!"

"La sentenza del TAR mette fine, speriamo, al valzer dei ricorsi e controricorsi dell'ex amministrazione Fratus, che hanno bloccato Legnano per un anno, aprendo ferite in città che saranno difficili da medicare.Ma ora si riparte! Viva l'Italia, paese democratico! Viva Legnano, che ha avuto il coraggio di lottare per il rispetto della democrazia! Oggi finalmente giustizia è fatta!", è il primo commento di Lorenzo Radice, alla notizia della sentenza del TAR per la quale il consiglio comunale di Legnano è decaduto dalla sue funzioni,

"Ora si torni alla normalità - l'invocazione del candidato della coalizione PD - Insieme per Legnano - Legnano Popolare - riLegnano -, perché tra poco dovremo affrontare la drammatica situazione lasciata sul campo dall’epidemia e le sfide della ricostruzione. Queste sfide dovranno essere affrontate di un'amministrazione legittimata da elezioni, ristabilendo legalità e rappresentatività democratica".

"Il mio grazie va ai consiglieri che hanno sostenuto questa battaglia per riconfermare che siamo in un paese democratico, dove le regole valgono per tutti - la sua conclusione-. Grazie al Comitato Legalità , che anche io nel mio piccolo -come tanti cittadini- ho sostenuto, partecipando e finanziando. Grazie anche agli avvocati che hanno sostenuto il ricorso. Non faccio nomi di nessuno perché sarebbero troppi... li conosciamo e li ringrazieremo anche di persona appena potremo tornare ad abbracciarci. Lasciatemi solo citare un'amica che in tutta questa maratona ci ha messo cuore, passione, entusiasmo: Monica Berna Nasca, "Un anno oggi dalle dimissioni da consigliera comunale.
Finalmente ieri arriva la notizia che abbiamo vinto il ricorso al Tar!!! Grazie a tutti quelli che ci hanno sostenuto." ".