MoVimento 5 Stelle a Roma, per pianificare le elezioni

MoVimento 5 Stelle in... movimento. Come anticipato, a Roma, si è tenuto un incontro di tutti i rappresentanti dei Comuni interessati alle elezioni amministrative con i vertici nazionali. Per Legnano, era presente l'avv. Simone Rigamonti, candidato «formale» dei 5Stelle legnanesi.

«L'incontro - spiega Rigamonti - si è svolto al Palazzo Dei Gruppi Parlamentari, era presente in sala Luigi Di Maio che ha voluto incontrarci ed ha diretto l’incontro soffermandosi sulla difficoltà del percorso che stiamo intraprendendo ma, da controaltare, ci sono i risultati raggiunti dal MoVimento sia a livello nazionale che locale. Ha ribadito la necessità di un impegno comune, anche e soprattutto locale, per combattere l’inquinamento che avvelena i nostri territori e lede la salute dei cittadini. Intervento particolarmente condiviso dal nostro gruppo di Legnano che da anni si batte per la chiusura dell’impianto inceneritore ACCAM e che della sostenibilità ambientale ne ha fatto e ne farà uno dei punti nevralgici del programma elettorale in lavorazione».

      «È seguito un momento formativo comune con esperti di comunicazione, ci hanno illustrato le novitá della Piattaforma Rousseau sino a quando siamo stati chiamati a colloquio privato. Personalmente - conclude l'avvocato Rigamonti -  ho avuto modo di confrontarmi con l’ex Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli e la Vice Presidente del Senato Paola Taverna, abbiamo discusso circa la situazione in cui si trova il Comune di Legnano, le ragioni del commissariamento e più in generale del nostro programma elettorale. Un momento cordiale ed un’attenzione particolare da parte della nostra compagine nazionale che, ancora una volta, ribadisce che il MoVimento 5 Stelle è differente da ogni altra realtà politica in quanto è fatto da cittadini per i cittadini!»

Intanto, nell'ambito di una riorganizzazione del Movimento, Riccardo Olgiati, deputato legnanese si candida al ruolo di facilitatore regionale per le relazioni interne del Movimento, compito voluto dai vertici «per una gestione più collettiva del Movimento che possa riaccendere l’entusiasmo dei territori e far ripartire il percorso che oggettivamente si è un po’ arenato negli ultimi mesi ma soprattutto per riprogrammare il futuro del Movimento da qui ai prossimi 10 anni. Credo fortemente in questa riorganizzazione - spiega Olgiati - e l’ho sostenuta sin dall’inizio collaborando insieme a Giovanni Currò, Davide Tripiedi, Gianmarco Corbetta e ad Alberto Zolezzi nella prima fase preparatoria di ascolto dei territori durante il tour regionale di Luigi Di Maio».

«Ho sposato la causa del #M5S sia nel bene che nel male e penso che questo sia tempo di impegnarsi per superare un momento difficile ma dal quale come sempre sapremo rinascere più forti di prima», la sua conclusione.

(Valeria Arini)