Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Elezioni Rescaldina, ecco il programma del Movimento 5 Stelle

«Il nostro è un programma modestamente ambizioso, e la nostra grande ambizione è proprio che il programma sia modesto: non contiene nessuno "sbarco sulla luna", solo cose che il buon senso vorrebbe che in un paese fossero realizzate e che noi vorremmo realizzare. Ed è un programma aperto: quelle che abbiamo tracciato sono linee guida ma non è detto che qualcuno non abbia soluzioni migliori». Così Massimo Oggioni, candidato sindaco nelle fila del Movimento 5 Stelle in vista delle elezioni del prossimo 26 maggio, descrive il programma con cui i pentastellati proveranno a conquistare la fiducia dei cittadini.

Alla base della proposta del M5S la partecipazione. Tra le proposte di Oggioni e della sua squadra, quindi, la partecipazione dei rappresentanti delle consulte alle commissioni per «coinvolgerle nel processo decisionale» e l'indice di produttività per consiglieri e assessori, per renderne trasparente la partecipazione e le proposte avanzate. Oltre alla «spoliticizzazione» delle consulte e del periodico comunale.

Poi la prosecuzione del cammino verso l'obiettivo "rifiuti zero", con l'adozione di pratiche che non portino alla produzione di rifiuti da parte del Comune (come l'abolizione dell'usa e getta) e incentivi a cittadini e commercianti perchè facciano lo stesso, l'adesione al progetto "Green School" per stimolare le scuole all'alleggerimento del proprio impatto ambientale e una differenziazione sempre migliore dei rifiuti. Ma anche «tolleranza zero per tutti quei comportamenti devianti che si risolvono nell'abbandono dei rifiuti». Sempre per l'ambiente, i pentastellati pensano anche al progetto "1000 alberi per Rescaldina", con «spartitraffico verdi, viali alberati, verde di quartiere ed orti urbani» e a collaborazioni con enti come LIPU e LAV. 

Tra i progetti del Movimento 5 Stelle anche incentivare l'uso di mezzi pubblici rendendoli «comodi» ai cittadini (ad esempio installando pensile alle fermate degli autobus e rendendo facilmente reperibili i biglietti), istituire navette che potrebbero aiutare soprattutto gli anziani, ripensare il sistema di piste ciclabili e creare percorsi agevolati per il raggiungimento dei punti sensibili per chi ha difficoltà di movimento. E un presidio fisso della Polizia Locale in stazione a favore della sicurezza, così come la videosorveglianza e una serie di iniziative nei luoghi sensibili (ad esempio il consiglio comunale itinerante).

Per lo sport, invece, la proposta è quella di istituire la consulta sportiva e introdurre tariffe che possano sostenere le associazioni più piccole e quelle che tra i propri iscritti hanno soggetti fragili, come gli anziani o i diversamente abili, ad esempio con bonus che consentano l'utilizzo gratuito degli impianti per alcune ore alla settimana. Borse di studio finalizzate «a ricreare legami con il territorio e ricostruire l’identità culturale del paese, senza chiusura nazionalistica», festival del cinema ed iniziative per il progetto "Agosto rescaldinese" sono invece le idee per la cultura.

Dai Cinque Stelle progetti anche per il recupero di Villa Rusconi e Villa Saccal: per l'edificio di via Alberto da Giussano la proposta è quella di avviare un punto di coworking per start up, realizzare una moderna sala convegni e un centro aggregativo con aule studio per i più giovani; per la ex villa padronale, invece, l'idea è quella di un centro del benessere a tutto tondo - dedicato quindi alla salute ma non solo - da realizzare in collaborazione con privati.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

(Leda Mocchetti)