Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Lotta alla fibrosi cistica: "65 rose per 65 cime"

Partirà ufficialmente lunedì 1 luglio 2019 la nuova campagna di sensibilizzazione  dal titolo "65 rose per 65 cime" , organizzata dalla Lega Italiana fibrosi cistica Italia, in collaborazione con l'azienda Montura, top level brand dell’abbigliamento sportivo . 

Progetto voluto  fortemente dall'artista e scrittore legnanese  Roberto Bombassei, che ne ha curato l'organizzazione. 

 “Mi parlarono dii “ 65 rose per 65 cime” qualche mese fa , questa   " idea embrionale"  venne applicata in una manifestazione sportiva importante chiamata   Trofeo Mezzalama - spiega Roberto -. Quando ne venni a  conoscenza intravidi  le potenzialità di questa idea, fu cosi che la volli trasformare da evento locale in evento italiano ed europeo". 

"Ho costruito un team in tempo zero - prosegue l'artista- e , grazie a questo lavoro di squadra, possiamo dire oggi di aver costituito uno dei progetti più importanti di sensibilizzazione per la ricerca sulla fibrosi cistica degli ultimi anni,  progetto che ha una data d'inizio ma non ha fine. Grazie ad Emanuele  Cerquaglia , Guido , Angela ,  Edoardo, Serena  e il Presidente  della Lega  Italiana  Fibrosi Cistica  Dott.ssa Gianna Puppo Fornaro, abbiamo creato questo progetto a livello italiano ed europeo".

"Desidero inoltre  ringraziare il Dott. Roberto Giordani  per averci concesso l'autorizzazione e la collaborazione dell' azienda  Montura al fine di promuovere e  sensibilizzare, in tutti gli Alpstation e Monturastore  italiani, le rose della fibrosi cistica. Saranno infatti disponibili, gratuitamente dal mese di lugli, le roselline create per la campagna in tutti i loro negozi", la sua conclusione

La campagna è molto semplice: bisogna portare  una rosa, simbolo internazionale della fibrosi cistica, durante una escursione in montagna, e scattare una foto da inviare poi al sito 65cime@fibrosicistica.it , questo sarà il vostro contributo per far sì che la ricerca sulla fibrosi cistica vada avanti .

     Oltre a questo, il progetto prevede conferenze e seminari in tutta Italia per far conoscere la fibrosi cistica.

Grazie ad Angela  ed Edoardo, rappresentanti della lega fibrosi cistica del Trentino, il progetto educativo si sta ampliando con guide alpine ed accompagnatori in quota.

"Una  rosa, basta una rosa, quando fate la vostra vacanza", l'invito di Roberto Bombassei.

Per maggiori informazioni sul  progetto: 65cime.fibrosicistica.it