Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Fonopedia fa il pieno di pubblico e di interesse al Welcome Hotel

Tutto esaurito al Welcome Hotel di Legnano per la serata "Fonopedia. Voce, musica e cervello", la sera di martedì 11 giugno.

Deborah Luraghi, neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta, e Paolo Colombo, musicista e ideatore della Fonopedia, hanno accompagnato il numeroso pubblico in un viaggio affascinante che ha preso origine dal suono della voce dei nostri antenati primitivi. Il fatto che i primitivi comunicassero esclusivamente con il suono della voce, e non con la parola, dimostra come esso abbia di per sé un significato, che si conserva anche oggi nelle nostre relazioni ma che difficilmente viene riconosciuto.

           Il concetto di musica è stato poi declinato socio-antropologicamente come momento iniziale della società umana, in quanto "suono umanamente sincronizzato", in grado di far confluire gli sforzi di più persone per superare i problemi (la caccia, i trasporti) altrimenti non risolvibili dal singolo.
Infine, si è visto, con evidenze neuroscientifiche, come il cervello umano migliori le sue performance se stimolato continuativamente da attività di matrice musicale.

Tutto questo risulta rilevante per tutti noi, ma lo è soprattutto per chi ha problemi relazionali e di coordinazione motoria.

La serata si è chiusa con esercitazioni fonopediche che hanno coinvolto e, perché no, divertito, tutti i presenti.