Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Discarica di Cerro, in Regione bocciata la mozione "fattore di pressione"

La questione discarica di Cerro Maggiore torna a infiammare i banchi di Regione Lombardia. A prendere la parola è Simone Giudici, consigliere regionale rhodense in quota Lega, che esulta per la bocciatura della mozione targata Movimento 5 Stelle in tema "fattore di pressione" per un caso nel Bresciano. Un argomento lontano geograficamente, ma non così tanto dal punto di vista della materia. Proprio sul punto "fattore di pressione" le amministrazioni di Cerro Maggiore e Rescaldina hanno basato il loro no alla riapertura del polo Baraggia.

«Questa normativa fortemente dalla Lega (dall'assessore Terzi in particolare) ha permesso un vero cambio di mentalità che farà certamente bene a territori compromessi, come quello della Provincia di Milano - sostiene Giudici -. Dopo anni in cui venivano rilasciate autorizzazioni troppo facilmente, l’indice di pressione ha cambiato tutto. Questo fattore calcola il grado di saturazione di un territorio rispetto allo smaltimento di rifiuti, proprio con il fine di impedire che nella medesima area ci sia una concentrazione eccessiva di impianti a salvaguardia dell'ambiente e soprattutto della salute. Sicuramente, come tutte le cose, anche questo meccanismo è ulteriormente migliorabile e per quanto concerne Cerro Maggiore, come Lega, è nostra ferma intenzione vigilare perché nessuno presenti ulteriori progetti per nuove discariche».

Sulla questione interviene anche il consigliere delegato alla discarica Alessandro Provini, che definisce «strumentali» le finalità della mozione dei 5 Stelle, che non avrebbero pensato, secondo il consigliere, alle conseguenze.

Nel frattempo continua la battaglia legale tra Ecoceresc e Comuni. La società aveva presentato ricorso contro la sospensiva di Città Metropolitana.