Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Marta Cartabia rinuncia alla carica di Capo del Governo

Dopo il confronto di ieri sera, venerdì 23 agosto, al Quirinale con il presidente Mattarella, oggi il comunicato ufficiale di Marta Cartabia, vice presidente della Corte Costituzionale, principale candidata a guidare il prossimo Governo M5S-PD.

      "L'incarico alla Corte costituzionale, che mi è stato affidato otto anni fa e che si concluderà nel settembre 2020, richiede grande impegno e responsabilità e intendo portarlo a compimento per il valore che la Costituzione gli attribuisce per la vita del Paese e soprattutto per quella di ogni singola persona".

Cartabia lo ha dichiarato nel pomeriggio all'ANSA, mentre a Roma Di Maio e Zingaretti non stanno trovando l'accordo sul nome del prossimo premier. Situazione delicata che potrebbe avere avuto una importanza decisiva nella sua scelta. Non dimentichiamo nemmeno che il prossimo 9 dicembre scade il mandato di Giorgio Lattanzi e per Cartabia potrebbe aprirsi l'opportunità di diventare presidente della Corte Costituzionale.

(Marco Tajè)