Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il Palio di Asti "raddoppia" e separa i borghi dai comuni

Il Palio di Asti raddoppia. Grandi novità in piazza Alfieri dove, domenica prossima, 1 settembre, è in programma uno tra i pali più antichi d'Italia.

Saranno due le corse nello stesso pomeriggio. Uno per i 14 rioni e borghi cittadini, l'altro per i 7 comuni della Provincia. Il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, ha spiegato che "sarà un'edizione straordinaria per la ricorrenza dei 1900 anni del martirio di San Secondo, il patrono della città. Il nuovo format è stato concepito per stare dentro i tempi della diretta televisiva Rai". 

      Domenica pomeriggio il programma si aprirà con le due batterie dei Borghi e Rioni, composte ciascuna da 7 partecipanti che porteranno in finale i primi quattro classificati di ognuna. A seguire la corsa “secca” dei 7 Comuni che premierà con il primo dei due drappi, identici, dipinti dal Maestro Paolo Bernardi, il vincitore. A seguire la finale a 8 tra Rioni e Borghi cittadini.

Di seguito le monte, con la novità di Topalli a San Secondo che ha preso il posto di Andrea Mari, come a Legnano, fuori dai giochi a pochi giorni dalla corsa.

Don Bosco - Atzeni
Tanaro - Gessa
San Lazzaro - Zedde
Santa Maria Nuova - Gigi Bruschelli
San Secondo - Topalli
San Martino San Rocco - Caria
Torretta - Mulas
Cattedrale - Pes
San Paolo - Arri
Santa Caterina - Pusceddu
San Marzanotto - Chiti
San Pietro - C. Sanna
Viatosto - Migheli
San Silvestro - Columbu
Castell’Alfero - Fais
Montechiaro - Ricceri
Baldichieri - Chiavassa
Nizza - Cersosimo
Moncalvo- Lo Manto
San Damiano - Piras
Canelli - Murtas

(Marco Tajè)