Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sfilate maschili: i trend della primavera estate 2020

Le collezioni di moda maschile per la primavera/estate 2020, presentate dall’8 al 23 giugno, tra Londra, Firenze, Milano e Parigi, hanno confermato il ritorno di un abbigliamento classico e sartoriale, ma rivisitato con uno spirito più libero e casual e uno stile senza costrizioni; i pantaloni sono ampi e confortevoli, mentre lo sportswear è in netta contrazione, o generalmente è meno “sport” e più sobrio. Ecco uno zoom su 6 tendenze del guardaroba maschile per la Primavera Estate 2020:

1) L’abito

Il tailoring, spesso accantonato negli ultimi anni per prepotente influsso dello streetwear nelle collezioni moda, in queste ultime stagioni ed in particolare nelle SS 2020 ha totalmente dominato sia le passerelle che lo street style delle Fashion Week. Ma è vissuto in modo più libero: viene rivisitato in chiave più aggressiva e sexy, sul petto nudo o con silhouette destrutturate e composite (Givenchy).

2) Seventies: il tye-dye

Gli anni '70 sembrano diventare ancor più pervasivi nelle proposte moda per la primavera estate 2020.  Nello stile fluido che caratterizza tutte le collezioni, la tintura tye-dye viene rivisitata: non più così marcata come nello spirito bohémien degli anni ’70, ma inserita nel filone camouflage e dei colori cangianti che caratterizza le collezioni maschili di questa stagione (Alyx ,  Ermenegildo Zegna).

3) La gonna

Sulla scia delle tendenze degli ultimi anni, la gonna è un capo che fa sempre più numerose apparizioni sulle passerelle di tutto il mondo: le passerelle di Craig Green e Thom Browne di quest'anno ci hanno mostrato una nuova forma di virilità, delicata e seducente allo stesso tempo (Craig Green , Thom Browne ).

4) Declinazioni del marsupio

Privilegiando abiti comodi per essere libero nei movimenti, l’uomo non vuole più nessun vincolo: i marsupi vengono indossati a tracolla o in diagonale sul corpo, intorno alla spalla. Il marsupio continua a imporsi, assumendo in questa stagione dimensioni extra large (Versace , Neil Barrett ). 

5) Viaggio a Oriente, la giungla e l’esotico

Il grande caldo si ritrova anche nelle stampe, che esprimono il desiderio di terre lontane, tra fiori e animali ispirati all’Oriente e icone delle culture giapponesi e cinesi (Valentino , Dsquared2 ); ma anche stampe ispirate alla savana, alla giungla. Il tema leopardo è ovunque, alternato a motivi zebrati o tigrati. I designer combinano queste differenti influenze, talvolta con una vena artistica, a grandi colpi di pennello sui tessuti (Dolce&Gabbana).

6) Bucket Hat

Ancora una volta, il cappello in stile “fisherman” è stato uno dei protagonisti delle sfilate di stagione, sia per la moda donna che per le collezioni uomo, reinterpretato dai brand in molteplici tonalità e tessuti. (Off-White , Fendi ).