Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Le "sardine" a Legnano, per non mangiare la solita minestra"

         Legnano sembra vivere sotto una campana di vetro, pare distratta e dominata dall’indifferenza, quasi apatica? E, allora, torna la coppia Marazzini-Lattuada a dare una scrollata all'ambiente e a lanciare la provocazione socio-politica del momento: anche a Legnano le sardine!
Eh sì, il movimento che "sta togliendo pace ai populisti" sbarcherà anche nella nostra città. Lo prevedono i due politici (... in pensione, ma non troppo) che si appellano ai giovani: "Cari giovani comunque la pensiate, tocca a voi mettervi in gioco, se non si vuole mangiare ancora la solita minestra bisogna cambiare ricette e cuochi".

Legnano ha bisogno delle “sardine”, il movimento che sta togliendo pace ai populisti ma anche agli indifferenti.

È giunto il momento di dare una scrollata a chi presentandosi come risolutori dei problemi del mondo, hanno invece creato un casino infernale. Guerre, fame, povertà, diaspora di popoli, mutamenti climatici, disastri ambientali, disastri compiuti dalla sventatezza umana, corruzione e depauperamento delle risorse pubbliche, ed ora cercano di distruggere anche la solidarietà e l’amore fra gli esseri umani.

Molti sono i potenti che decidono per gli altri. Potenti che hanno costruito diramazioni vastissime controllando anche le dinamiche territoriali nei minimi particolari, fino ad arrivare anche nei luoghi dove viviamo.

Legnano sembra vivere sotto una campana di vetro, pare distratta e dominata dall’indifferenza, quasi apatica, ma qualcosa di tragico è successo. Da almeno 25 anni la politica ha fallito. Legnano ha bisogno di una profonda spolverata e questa spolverata non può che essere fatta dalle giovani e dai giovani legnanesi.

Cari giovani comunque la pensiate, tocca a voi mettervi in gioco, se non si vuole mangiare ancora la solita minestra bisogna cambiare ricette e cuochi.

Chi vi esorta ad agire sono due persone normali che ormai fanno un po’ fatica ad arginare il diffondersi della menzogna e dello spergiuro, ma sempre disponibili a contribuire per una buona politica.

Parliamone.

Giuseppe Marazzini
Rino Lattuada