Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

AAA angelo custode cercasi

La mattina di venerdì 11 ottobre, mentre passeggiavo da Cerro a Cantalupo, all’altezza dei giardinetti di via Madre Teresa di Calcutta, mi sono ritrovata a terra come un sacco di patate. Mentre mio marito cercava di rialzarmi si ferma un’auto, e come un angelo caduto dal cielo, scende una donna che urla di fermarsi in quanto non era il modo corretto di operare.

Dopo avermi comunicato di essere un medico mi pone alcune domande, ma alquanto intontita non riuscivo a dare risposte certe. A questo punto, pur consapevole di arrivare in ritardo presso l’ospedale di Garbagnate dove lavora, si è prodigata di riportarci a casa raccomandandosi di andare subito al pronto soccorso.

Mio caro angelo quella caduta è stata causata da una sincope e al pronto soccorso di Legnano mi hanno ricoverata d’urgenza poiché nel cuore hanno trovato un tumore (altro miracolo è l’esser risultato benigno). Ho trascorso 4 giorni in sala rianimazione e altri 4 in terapia intensiva. Ora sono stata trasferita presso l’ospedale MultiMedica di Castellanza (Santa Maria) dove sto svolgendo la riabilitazione.

Ho trascorso giornate molto pesanti, ma il mio pensiero è stato ed è sempre rivolto a quell’angelo che desidero ritrovare e ringraziare per avermi salvato la vita. So solo che vive a Legnano e lavora presso l’ospedale di Garbagnate. Al momento non posso che ringraziarla di cuore e augurarle tutta la felicità che la vita potrà donarle.

M.L.